Quale macchina fotografica? Scegliere una compatta, caratteristiche a cui fare attenzione.

Basta entrare nel reparto fotografia di un qualsiasi centro commerciale per rendersi conto dell’enorme numero di compatte digitali che il mercato offre.

Come scegliere tra le tante quella giusta o, meglio, quella più giusta per l’uso che ne faremo?

Per prima cosa si dovrebbe pensare cosa fotografiamo di solito o cosa ci piacerebbe fotografare. In base ai nostri soggetti preferiti o al tipo di foto che facciamo possiamo fare una prima cernita delle macchine da considerare.

Alcuni esempi:

Se amiamo fotografare panorami, molto probabilmente, non ci servirà una macchina fotografica superzoom (i costruttori di solito chiamano così macchine con escursione focale da 10X in su), piuttosto considereremo le macchine il cui obiettivo si estende di più dal lato grandangolo. Ci sono diverse macchine con obiettivi che partono da 28mm o anche 24mm equivalenti. (vedi: “Gli obiettivi: lunghezza focale e fattore di crop”)

Panasonic DMC-TZ7: ha un obiettivo 12X che parte da 25mm equivalenti e capace di riprendere video HD di ottima qualità

Se invece di solito fotografiamo le partite di calcetto, o di altri sport, dei figli o dei nipoti potrebbero essere allettanti macchine con obiettivo spinto verso il lato tele per avvicinarci il più possibile ai soggetti. Anche qui la scelta è ampia, sono diverse le macchine con obiettivo che raggiunge i 350-400mm equivalenti. Va anche considerata la velocità di scatto e il tempo necessario alla macchina per essere pronta allo scatto successivo: una macchina troppo lenta vi farebbe perdere i momenti importanti.

Se fotografiamo spesso di sera faremo bene a scegliere una macchina con un obiettivo abbastanza luminoso (molte alla focale minima hanno luminosità f2,8 che è già un buon valore), con un flash integrato sufficientemente potente e che abbia lo stabilizzatore ottico, fondamentale per evitare foto mosse.

Altre caratteristiche da valutare indipendentemente dal genere fotografico preferito:

Monitor: visto che ormai è l’unico dispositivo per inquadrare è importante che sia sufficientemente ampio e ben visibile anche con luce diurna.

Canon PowerShot-G11: macchina compatta apprezzata anche dai professionisti, monta un sensore da 10 megapixel

Sensore: Riguardo alle dimensioni c’è poco da dire, praticamente tutte le compatte montano un sensore di modeste dimensioni. Riguardo alla risoluzione bisogna sapere che non sempre una macchina con risoluzione maggiore è solo per questo migliore. Risoluzioni superiori agli 8-10 megapixel sono solitamente inutili se non addirittura controproducenti su sensori così piccoli, sia per il fenomeno fisico della diffrazione sia per la qualità ottica degli obiettivi montati sulle compatte che solitamente è insufficiente per sfruttare sensori con risoluzioni molto elevate. Ne è riprova il fatto che, ad esempio, Canon ha ridotto la risoluzione delle apprezzate macchine compatte della serie G, dedicate ai professionisti ed agli amatori evoluti, da oltre 14 megapixel ai 10 megapixel delle ultime serie. Al momento comunque è difficile trovare sulle compatte sensori al di sotto dei 12 megapixel.

Dimensioni: sono da tenere in considerazione se si desidera portare la macchina sempre con sé: infatti non tutte le compatte sono ugualmente “compatte”,  si và da quelle molto sottili e davvero tascabili a quelle più ingombranti e pesanti.

Video: a molti suonerà strano ma molte moderne compatte offrono la possibilità di riprendere video, anche in HD. Spesso la qualità è comparabile o anche superiore a quella di molte videocamere palmari, perciò se interessa fare anche riprese video conviene informarsi sulle possibilità che la compatta che si stà per acquistare ha in questo campo.

Pentax Optio W90: può essere immersa fino a 6 metri di profondità e resiste a cadute da 1,2 metri.

Impermeabilità e robustezza: diverse case hanno a catalogo modelli che si distinguono dalle altre per l’impermeabilità a polvere e schizzi d’acqua. Alcune possono essere immerse sott’acqua fino a qualche metro e ci sono modelli che sopportano cadute da oltre il metro di altezza. Se si ama fare immersioni in apnea questi modelli “subacquei” sono sicuramente da considerare. I modelli impermeabili e resistenti alle cadute posso essere molto interessanti per chi ama fare escursioni in montagna, così come per chi usa la macchina fotografica sul lavoro magari in cantiere.

Naturalmente non ci possiamo aspettare che il commesso  del grande magazzino sia  a conoscenza di tutte le caratteristiche di cui abbiamo parlato modello per modello. Documentatevi prima, su internet esistono molti siti che fanno recensioni di macchine digitali dove si possono trovare tabelle con tutte le caratteristiche. Inoltre il commesso saprà indicarvi la macchina che al momento ha il miglior rapporto qualità – prezzo, ma non la macchina più adatta alle vostre esigenze: quale sia la macchina più adatta a voi lo dovete decidere voi.

Articoli correlati:

Quale macchina fotografica? Introduzione

Quale macchina fotografica? Le dimensioni del sensore

Gli obiettivi: lunghezza focale e fattore di crop

Gli obiettivi: la lunghezza focale e il concetto di obiettivo “normale”

By | 2017-06-19T15:45:46+00:00 15 ottobre 2010|Attrezzatura|0 Comments

Leave A Comment