Cos’è il paraluce? Quanto è importante usarlo?

Il paraluce è un oggetto in plastica, a forma di cono o sagomato a petali, che si monta sull’obiettivo. E’ buona abitudine utilizzarlo sempre, anzi prendere l’abitudine di montarlo sull’obiettivo non appena viene tolto il tappo della lente frontale.

Un paraluce

 

Il paraluce assolve infatti due funzioni importanti:

1) proteggere l’obiettivo da luci parassite, in particolare quelle laterali, che possono far degradare la qualità dell’immagine ingenerando un fastidioso flare, cioè dei riflessi indesiderati tra le lenti dell’obiettivo o, più di frequente una – talvolta lieve, talvolta più sensibile – diminuzione della nitidezza e del contrasto;

2) proteggere l’obiettivo da urti, agenti atmosferici e ditate.

Molti per proteggere l’obiettivo utilizzano un filtro neutro (vedi il tutorial Conviene usare filtri per proteggere l’obiettivo?), ma il paraluce, oltre ad essere maggiormente protettivo rispetto agli urti, ha – al contrario del filtro – un effetto benefico sulla qualità delle fotografie.

In genere gli obiettivi fotografici vengono venduti con, a corredo, un paraluce dedicato opportunamente sagomato che si monta utilizzando delle apposite scanalature presenti sulla parte anteriore del barilotto. Sono riportate, sia sull’obiettivo che sul paraluce, delle tacchette che aiutano nell’operazione. Utilizzando le stesse scanalature, il paraluce di solito si può montare rovesciato sull’obiettivo quando questo viene riposto, in modo da risultare meno ingombrante.

Paraluce montato sull’obiettivo.

 

Paraluce montato rovesciato in modo da occupare meno spazio quando lo si trasporta.

 

Vi sono anche obiettivi con paraluce integrato e scorrevole lungo l’asse dell’ottica, che si estrae e si richiude.

 

Solo alcuni zoom 18-55mm e pochi altri obiettivi di classe economica, vengono venduti, per contenere i costi, privi del paraluce, che andrà acquistato come accessorio a parte (il libretto d’istruzioni dell’obiettivo riporta la sigla del paraluce opzionale da acquistare).

Esistono in commercio anche paraluce universali che si montano sulla filettatura per i filtri dell’obiettivo. Alcuni sono in gomma morbida, altri in gomma dura e anche sagomati a petalo. Si possono acquistare con pochi euro su Ebay o in un negozio fotografico.

Se decidiamo di acquistarne uno dobbiamo ovviamente assicurarci che sia dello stesso diametro della filettatura dell’obiettivo. Facciamo anche attenzione che sia disegnato per l’angolo di campo coperto dall’obiettivo, altrimenti, specie con obiettivi grandangolari, rischiamo che il paraluce ci entri nell’inquadratura.

 

Paraluce universale a vite che si può montare sull’obiettivo attraverso la filettatura per i filtri.

 

Paraluce universale in gomma montato sull’obiettivo attraverso la filettatura in posizione “da lavoro” e in poi ripiegato.

 

L’unica controindicazione nell’uso del paraluce può essere quella legata alle fotografie con il flash. Talvolta, specie con il flash integrato alla reflex e alle focali grandangolari, si rischia che il paraluce produca delle fastidiose ombre. In tal caso è meglio toglierlo.

 

Tutorial correlati:

Conviene usare filtri fotografici per proteggere l’obiettivo?

Proteggere l’attrezzatura fotografica

Come ottenere foto più nitide (con obiettivi amatoriali)