La ghiera delle modalità di scatto (o ghiera dei modi) è presente su quasi tutte le fotocamere reflex e mirrorless (anche se ultimamente, specie su queste ultime, tende ad essere sostituita da opzioni accessibili dal menu), ed è forse il comando più importante della fotocamera in quanto consente di impostare le modalità di esposizione, cioè il modo in cui verranno determinati, dal fotografo o dalla fotocamera, apertura del diaframma, tempo di esposizione e sensibilità, le tre componenti essenziali del triangolo dell’esposizione.

ghiera dei modi canon 650d

 

Le ghiere dei modi sono un po’ diverse a seconda del costruttore e del modello di fotocamera, ma le opzioni selezionabili e i simboli che le contrassegnano, sono abbastanza simili e quasi sempre molto intuitivi. Per questo tutorial faremo riferimento alla ghiera dei modi di una Canon 650d, ma qualsiasi fotocamera abbiate le opzioni sono molto simili. Fate comunque riferimento al manuale di istruzioni, dove tutte le modalità di esposizione selezionabili mediante la ghiera sono riportate e illustrate.

Come funziona la ghiera dei modi

Sulla ghiera dei modi sono riportate delle lettere o dei simboli grafici che rappresentano le diverse modalità di esposizione. Per selezionarli basta ruotare la ghiera fino ad allineare il simbolo che rappresenta il modo prescelto ad una tacchetta di riferimento. Alcune ghiere possono avere un fermo di sicurezza, ad esempio un bottoncino da premere per sbloccarle.

Le diverse modalità di esposizione

Modalità manuale 

[M]

ghiera dei modi canon, modalità M

 

Nelle fotocamere il simbolo [M] rappresenta la modalità manuale. Selezionando questa opzione il fotografo dovrà impostare manualmente, facendosi aiutare dalla scala dell’esposimetro presente nel mirino, sia l’apertura del diaframma che il tempo di esposizione.  Si veda il tutorial La modalità manuale. Naturalmente il fotografo sceglierà anche la sensibilità ISO. Questa modalità viene usata dai fotografi che vogliono il completo controllo sull’esposizione della scena.

Modalità a priorità ai diaframmi [Av]

ghiera dei modi, canon, modalità AV, priorità dei diaframmi

 

Utilizzando la modalità [Av], cioè la priorità ai diaframmi, il fotografo seleziona l’apertura di diaframma, mentre la fotocamera  abbina al diaframma scelto un tempo di scatto adeguato a fornire la corretta esposizione (si veda il tutorial Come impostare i diaframmi). La priorità ai diaframmi è molto utile quando si desidera avere il pieno controllo sulla profondità di campo ed è sicuramente una delle modalità di esposizione più utilizzate dai fotografi. Il fotografo potrà decidere se affidare la scelta della sensibilità alla fotocamera, impostando da menu AUTO ISO, o se impostarla personalmente. Naturalmente in questa modalità sono attive anche le funzioni di compensazione dell’esposizione e di bracketing automatico.

Le Nikon utilizzano per questa modalità il simbolo [A]

Si veda il tutorial Usare la modalità “Priorità ai diaframmi (Av)”.

ghiera dei modi nikon 3200, esposizione

La ghiera dei modi di una Nikon D3200

 

Priorità ai tempi [Tv]

 

Scegliendo la priorità ai tempi [Tv] il fotografo si riserva il controllo sul tempo di scatto mentre la fotocamera si occuperà di abbinare al tempo selezionato un’apertura di diaframma opportuna a garantire la corretta esposizione. Questa modalità si sceglie ogni qual volta l’utilizzo di un particolare tempo di scatto diventa un parametro importante per la riuscita della foto. Ad esempio, se vogliamo congelare l’azione di un atleta che corre, imposteremo un tempo rapido, almeno 1/500 di secondo, mentre, nella stessa situazione, se vogliamo ottenere un effetto panning imposteremo un tempo di 1/30 di secondo o meno. Utilizzando questa modalità il fotografo deve preoccuparsi solo di impostare il tempo di scatto che gli consentirà di ottenere l’effetto voluto, al resto penserà la fotocamera. Naturalmente il fotografo potrà anche decidere se impostare la sensibilità ISO, o lasciare la scelta agli automatismi della macchina fotografica. Inoltre potrà usare  le funzioni di compensazione dell’esposizione e di bracketing automatico.

Sulle fotocamere Nikon la modalità priorità ai tempi è indicata con il simbolo [S].

Modalità [A+]

ghiera dei modi canon, A+

Selezionando Auto o Full-auto [A+] si imposta la modalità completamente automatica. La fotocamera sceglie da sola diaframma, tempo di scatto e sensibilità. Si veda il tutorial L’esposizione automatica: modi AUTO e PROGRAM. E’ una modalità adatta ai principianti che non vogliono rischiare di rovinare una fotografia. Se però si desidera imparare a fotografare è bene non utilizzarla.

Sulla ghiera della Nikon la stessa modalità è indicata con il simbolo [Auto] e il disegnino della macchina fotografica in verde.

 

La modalità [P]

La modalità [P] o Program, è simile alla modalità Auto, ma consente al fotografo di intervenire sulla coppia tempo-diaframma scelta dalla fotocamera. Ad esempio, se la fotocamera imposta la coppia f/8 – 1/250 di sec., muovendo la ghiera di regolazione il fotografo potrà impostare f/5,6 – 1/500 di sec., oppure f/11 – 1/125 di sec., e così via… Inoltre questa modalità lascia la possibilità di intervenire sulla sensibilità e di utilizzare le funzioni di compensazione dell’esposizione e di bracketing automatico. Si veda il tutorial L’esposizione automatica: modi AUTO e PROGRAM.

 

La modalità [No Flash]

ghiera dei modi, modalità no flash

 

La maggior parte delle fotocamere entry level attivano automaticamente il flash quando l’esposimetro percepisce che nella scena da riprendere c’è poca luce. Tuttavia spesso potremmo desiderare di riprendere la scena senza la luce del flash, in luce ambiente, anche con il rischio di mosso, oppure se abbiamo con noi un treppiede. La modalità No flash impedisce alla fotocamera di attivare il flash e la costringe ad esporre la foto utilizzando solo la luce presente nell’ambiente.

 

I modi [Scene]

ghiera dei modi, scene

Sulle ghiere delle fotocamere entry level sono presenti dei simboli che rappresentano le principali situazioni fotografiche che possiamo incontrare, ad esempio ritratto, paesaggio, ripresa a distanza ravvicinata, e così via… Ognuno di questi simboli imposta un programma adatto alla situazione di ripresa specifica. Anche questi programmi sono adatti soprattutto ai principianti. Si veda il tutorial L’esposizione automatica: l’uso dei modi “SCENE”.

 

Nelle fotocamere ad impostazione più professionale la ghiera dei modi non presenta i modi Scene, dato che un fotografo esperto difficilmente li utilizzerebbe. Troviamo invece spesso altri comandi che sulle fotocamere entry level sono assenti o sono azionabili solo da menu.

Facciamo alcuni esempi.

 

La posa [B]

 

posa B, bulb, fotografia

La posa B (bulb).

La posa B consente di mantenere aperto l’otturatore per tutto il tempo deciso dal fotografo. Si veda il tutorial La posa B (bulb). Se non è presente nella ghiera dei modi la posa B sarà comunque selezionabile mediante menu.

 

I modi user

ghiera dei modi nikon d600, modalità user

I modi user

Contrassegnati da una [U] o dalla parola USER, si tratta di modalità di esposizione programmabili dall’utente. Il fotografo sceglierà le opzioni e le modalità operative e le memorizzerà. Quando selezionerà la modalità user la fotocamera si comporterà come richiesto dal fotografo in fase di programmazione.

 

Non è possibile prendere in esame tutte le opzioni disponibili sulle ghiere delle modalità di esposizione dei diversi produttori di fotocamere. Vi abbiamo indicato le modalità più diffuse e presenti su quasi tutti i modelli. Per eventuali specifiche modalità presenti sulla vostra fotocamera vi invitiamo a fare riferimento al libretto di istruzioni.

Quali modalità utilizzare? Se si desidera solo portare a casa una buona foto, senza preoccuparsi troppo, si può tranquillamente ricorrere alla modalità automatica, o ai diversi programmini preimpostati. Se però si vuole davvero imparare a fotografare e si desidera avere il pieno controllo sulle proprie fotografie per ottenere esattamente gli effetti desiderati, bisogna imparare ad usare le modalità che consentono di impostare personalmente i parametri.

La modalità manuale è ovviamente la più consigliata, ma anche la modalità a priorità dei diaframmi, che consente di controllare la profondità di campo attraverso il diaframma, e la modalità a priorità dei tempi, che consente di selezionare il tempo di esposizione adatto a bloccare l’immagine o ad usare a fini creativi il mosso, possono dare questo pieno controllo sull’immagine e portare ad ottenere esattamente la fotografia desiderata.

 

Tutorial collegati:

La coppia tempo/diaframma: introduzione

La coppia tempo/diaframma: il diaframma

L’uso del diaframma e il controllo della profondità di campo

La scelta del tempo di esposizione

La sensibilità

 

impara a fotografare in 10 lezioni