Nell’ambito del nostro corso di fotografia abbiamo già illustrato come i tubi di prolunga possano costituire una valida soluzione abbastanza economica per iniziare a praticare la macrofotografia. In questo articolo cercheremo di dare delle indicazioni che aiutino a orientarsi nell’acquisto dei tubi più adatti alle proprie necessità.

Un primo aspetto da sottolineare (anche se sembra una banalità) è che si devono acquistare tubi di prolunga con l’attacco specifico della propria fotocamera. Ogni marca di fotocamera adotta, infatti, una baionetta standard, e quindi tutti gli accessori che si montano attraverso la baionetta, dagli obiettivi ai tubi di prolunga, devono essere specificamente costruiti per inserirsi in quella baionetta. In altre parole, se avete una reflex Nikon, dovete comprare tubi di prolunga con attacco Nikon, se avete una Canon, dovrete prestare attenzione a che abbiano l’attacco Canon, e così via… Naturalmente anche per le nuove fotocamere mirrorless, che hanno sovente un attacco diverso da quello tradizionale, bisogna prestare attenzione. Se vi rivolgete ad un negoziante, portate la vostra fotocamera con voi, o indicate con precisione all’operatore il modello della stessa, in modo che possa individuare con facilità i tubi di prolunga adatti.

Se invece acquistate su Internet, state molto attenti a che i tubi da voi individuati abbiano l’attacco giusto, leggendo le specifiche tecniche dell’oggetto. L’attacco dei tubi in vendita dovrebbe essere indicato con chiarezza già nel titolo dell’inserzione.

Un secondo aspetto da considerare è il seguente. I tubi di prolunga in vendita sono solitamente di due tipologie: quelli che sono forniti di contatti elettrici e quelli che ne sono privi. I primi sono sensibilmente più costosi dei secondi. Presentano però un vantaggio che a parere di chi scrive è un parametro fondamentale da considerare. I tubi di prolunga dotati di contatti elettrici permettono la corretta comunicazione tra la fotocamera e l’obiettivo quando i tubi sono inseriti. Questo vuol dire che sarà possile con facilità regolare il diaframma, e anche scattare in luce ambiente, nel caso di soggetti immobili, ottenendo la corretta esposizione basandosi semplicemente sull’esposimetro TTL della fotocamera. Inoltre anche il flash automatico, in modalità TTL o PTTL continuerà a funzionare regolarmente, garantendo la corretta esposizione.

tubi di prolunga macrofotografia

Tubi di prolunga per macrofotografia dotati di contatti elettrici che consentono la comunicazione con il corpo macchina.

 

I tubi di prolunga privi di contatti elettrici, invece, non permetteranno il dialogo tra la fotocamera e l’obiettivo. Nel caso di obiettivi privi della ghiera dei diaframmi (praticamente tutti gli obiettivi recenti) non sarà possibile impostare il diaframma. L’esposimetro non sarà in grado di funzionare, il flash in modalità automatica neanche. C’è di più: la maggior parte dei modelli reflex entry level sul mercato, se non rileva la presenza dell’obiettivo, non funziona neanche, quindi semplicemente non permette l’utilizzo di tubi di prolunga privi di contatti elettrici.

Di conseguenza, anche se la differenza di prezzo è piuttosto elevata (i tubi privi di contatti elettrici costano poche decine di euro, quelli che ne sono dotati invece superano abbondantemente i 100 euro), il consiglio che vi diamo è quello di scegliere tubi per macrofotografia dotati di contatti, perché vi semplificheranno moltissimo la vita.