In questo articolo del nostro corso di fotografia vogliamo parlarvi degli obiettivi, che si trovano nel catalogo dei maggiori produttori fotografici, i quali permettono al fotoamatore di espandere il proprio corredo dal punto di vista della qualità ottica e della luminosità, senza spendere troppi soldi. Sono obiettivi alla portata di quasi tutte le tasche, visto che possono essere anche cercati nel mercato dell’usato, ma che ci possono dare grandi soddisfazioni.

 

I 35mm

Sulle fotocamere a pellicola ormai sempre meno utilizzate, oppure sulle odierne reflex Full-frame, cioè con sensore delle dimensioni di 24x36mm, l’obiettivo considerato “normale”, cioè quello che, si dice (ma poi non è proprio così), restituisce una visione paragonabile a quella umana, è il 50mm. Un tempo le reflex venivano vendute con il 50mm, e ancor oggi gli obiettivi di questa focale sono i più luminosi e quasi sempre i più economici obiettivi di qualità disponibili. Solo che sulle fotocamere del formato Aps-c, che sono le più diffuse tra i fotoamatori, i “cinquantini” non possono più essere considerate l’obiettivo “normale” in quanto, per via del fattore di crop, diventano a tutti gli effetti dei corti teleobiettivi.

Il posto del 50mm come obiettivo “normale” è stato pertanto preso dal 35mm, anche se rispetto al “cinquantino” l’angolo di campo che copre sul formato Aps-c è leggermente più ristretto, quindi abbiamo a che fare con un’ottica un po’ più “tele”. Il 35mm montato su fotocamera Aps-c, infatti, equivale ad un 52,5mm per i sistemi Nikon, Sony e Pentax, e ad un 56mm per il sistema Canon.

Il AF-S DX Nikkor 35 mm f/1.8 G. Obiettivo progettato per le fotocamere DX, cioè quelle con sensore formato APS-c.

Il Nikon AF-S DX Nikkor 35 mm f/1.8 G. Obiettivo progettato per le fotocamere DX, cioè quelle con sensore formato APS-c.

 

Diciamo però che, con una buona approssimazione, il 35mm è il nuovo obiettivo “normale”.

Quasi tutti i produttori quindi hanno a catalogo un obiettivo 35mm dal prezzo relativamente basso, spesso abbondantemente al di sotto dei 200 euro. Per contenere i costi i produttori hanno cercato di risparmiare il più possibile sulla costruzione: infatti questi obiettivi si presentano piuttosto “plasticosi” nelle finiture (ad esempio molti hanno una baionetta in plastica invece che in metallo), e riteniamo che in molti casi si sia esagerato sotto questo aspetto, ma comunque dal punto di vista della qualità ottica si dimostrano sempre ottiche di gran pregio.

Il Sony DT 35mm f1,8 SAM. Anche questo obiettivo funziona solo su reflex del formato Aps-c.

Il Sony DT 35mm f1,8 SAM. Anche questo obiettivo funziona solo su reflex del formato Aps-c.

 

Tenete anche conto che i 35mm “economici” di solito coprono solo il formato Aps-c, e non sono pertanto adatti alle fotocamere Full-frame, mentre per queste ultime i produttori hanno in catalogo 35mm progettati espressamente, a volte meglio rifiniti e più costosi.

Se consideriamo fattori come nitidezza, contenimento delle aberrazioni cromatiche e delle distorsioni, infatti, questi umili obiettivi se la giocano, e spesso vincono, con ottiche ben più prestigiose e costose. Il motivo va ricercato nel fatto che si tratta di vetri dallo schema ottico collaudato. Trattandosi di obiettivi a focale fissa i progettisti non devono tener conto di troppi fattori né di troppe lenti: insomma la progettazione richiede pochi compromessi.

Per quali generi fotografici è indicato il 35mm? Beh, sul formato 24x36mm il 35mm è forse uno dei migliori obiettivi per il reportage, essendo una focale leggermente grandangolare e molto luminosa. Ma sul formato Aps-c le cose cambiano, e come abbiamo detto il 35mm fa le veci dell’obiettivo normale. Quindi è adatto ad un uso generale: ritratto ambientato e paesaggio soprattutto.

Quel che è certo è che con un 35mm avete a disposizione un obiettivo luminoso e dalla straordinaria resa ottica ad un prezzo molto molto ragionevole: se siete alla ricerca di un obiettivo da affiancare al 18-55mm kit, per allargare le vostre possibilità fotografiche, fateci un pensierino.

Pentax DA 35mm f 2,4. Anche in questo caso si tratta di obiettivo progettato esclusivamente per le fotocamere Aps-c.

Pentax DA 35mm f 2,4. Anche in questo caso si tratta di obiettivo progettato esclusivamente per le fotocamere Aps-c.

 

Il 50mm

Come abbiamo detto, 50mm è la focale “normale” per le fotocamere Full-frame, mentre su fotocamere Aps-c rappresenta un medio-tele utilizzabile soprattutto per il ritratto, come vi spieghiamo in questo articolo: Il 50mm come obiettivo da ritratto.

Pertanto se siete alla ricerca di un obiettivo da ritratto, che comunque naturalmente potrete usare anche per altri tipi di foto, il 50mm potrebbe essere un’ottima scelta, considerando che molti produttori hanno in catalogo quest’ottica a prezzi davvero interessanti, anche qui abbondantemente sotto i 200 euro.

Per il 50mm valgono un po’ le stesse considerazioni fatte per il 35mm. I produttori hanno cercato di contenere i costi utilizzando molta plastica, ad esempio per la baionetta, ma dal punto di vista ottico temono ben pochi rivali, anche in virtù di una luminosità che arriva a f/1,8.

Canon EF 50mm f/1,8 STM: un obiettivo economico e luminoso.

Canon EF 50mm f/1,8 STM: un obiettivo economico e luminoso.

 

Anche in questo caso, occhio che la maggior parte dei produttori offre obiettivi di focale 50mm che coprono solo il formato Aps-c, mentre per il formato Full-frame esistono obiettivi più luminosi, e con baionetta in metallo.

 

Insomma, se state pensando di acquistare un nuovo obiettivo, un’ottica fissa e luminosa, nel catalogo del vostro produttore potete trovare un 35mm o un 50mm che fa al caso vostro spendendo relativamente poco.