Calcolare il fattore di crop sugli obiettivi

Come calcolare il fattore di crop dei sensori e la focale “equivalente” degli obiettivi utilizzati sui formati inferiori al full frame? Te lo spiegheremo in questo articolo, nel quale troverai anche un’utile tabella delle equivalenze.

Come probabilmente già sai, le tantissime fotocamere digitali in commercio utilizzano sensori di dimensioni diverse a seconda del produttore e del modello (vedi i tutorial Quale macchina fotografica? Le dimensioni del sensore e Quale macchina fotografica? La reflex: i diversi sensori).

A parità di lunghezza focale, le dimensioni del sensore influiscono sull’angolo di campo inquadrato. Si tratta del fenomeno noto come fattore di crop, che indica il rapporto tra la diagonale di un tradizionale negativo formato 24x36mm e la diagonale del sensore della fotocamera digitale. Il rapporto di crop fa sì, ad esempio, che un obiettivo con focale 300mm venga considerato equivalente ad un 450mm se montato su una fotocamera con sensore APS-c (vedi Gli obiettivi: lunghezza focale e fattore di crop).

Ma andiamo con ordine.

Ecco una panoramica dei sensori utilizzati sui principali sistemi fotografici ad ottica intercambiabile, elenco dal quale escludiamo alcuni sistemi dotati di sensore troppo piccolo per risultare davvero interessanti per il fotoamatore.

 

Canon

Fotocamere reflex Full Frame (dimensioni del sensore circa 36mm x 24mm);

Fotocamere reflex con sensore formato APS-H (dimensioni del sensore 28,7mm x 19mm – fattore di crop 1,3x);

Fotocamere reflex e mirrorless con sensore APS-C (dimensioni del sensore circa 22,3mm x 14,9mm – fattore di crop 1,6x)*;

 

Fujifilm

Fotocamere mirrorless con sensore APS-C (dimensioni del sensore circa 23,6mm x 15,7mm – fattore di crop 1,5x)*;

 

Leica

Fotocamere a telemetro e mirrorless Full Frame (dimensioni del sensore circa 36mm x 24mm);

 

Nikon

Fotocamere reflex Full Frame (dimensioni del sensore circa 36mm x 24mm);

Fotocamere reflex con sensore APS-C (dimensioni del sensore circa 23,6mm x 15,7mm – fattore di crop 1,5x)*;

 

Olympus

Fotocamere mirrorless con sensore quattro terzi (dimensioni del sensore circa 17,3mm x 13 mm – fattore di crop 2x);

 

Panasonic

Fotocamere mirrorless con sensore quattro terzi (dimensioni del sensore circa 17,3mm x 13 mm – fattore di crop 2x);

 

Pentax

Fotocamere reflex Full Frame (dimensioni del sensore circa 36mm x 24mm);

Fotocamere reflex con sensore APS-C (dimensioni del sensore circa 23,6mm x 15,7mm – fattore di crop 1,5x)*;

 

Samsung

Fotocamere mirrorless con sensore APS-C (dimensioni del sensore circa 23,6mm x 15,7mm – fattore di crop 1,5x)*;

 

Sony

Fotocamere reflex e mirrorless Full Frame (dimensioni del sensore circa 36mm x 24mm);

Fotocamere reflex con sensore APS-C (dimensioni del sensore circa 23,6mm x 15,7mm – fattore di crop 1,5x)*;

 

* Potete notare come ci sia una leggera differenza tra il formato APS-c Canon e quello degli altri produttori.

 

Dimensioni dei sensori

Dimensioni dei sensori

 

Cosa succede quando utilizziamo un obiettivo di una data focale, ad esempio 35mm, su fotocamere con sensori di dimensioni diverse? Succede che l’angolo di campo inquadrato sarà tanto minore quanto più sono piccole le dimensioni del sensore, come mostra la seguente immagine.

Fattori di crop

 

Quindi un 35mm si comporta come un moderato grandangolo su fotocamera Full Frame, come un obiettivo normale su fotocamera APS-c, e come un teleobiettivo su una fotocamera quattroterzi.

Allora, come calcolare il fattore di crop?

Per sapere la focale “equivalente” di un obiettivo sulla vostra fotocamera basta che la moltiplicate per il fattore di crop. Se, per esempio, avete una APS-c con fattore di crop 1,5x, basta che moltiplichiate la focale di un obiettivo per 1,5. Ad esempio un 50mm, su una APS-c Nikon, diventa equivalente, come angolo di campo ad un 75mm.

Ecco comunque una tabella riassuntiva delle focali equivalenti:

Fotocamera Full Frame

Focale equivalente su

fotocamera APS-c 1,5x

Focale equivalente su

fotocamera APS-c 1,6x

Focale equivalente su

fotocamera Quattro Terzi 2x

10 mm

15mm

16mm

20mm

17mm

25,5mm

27,2mm

34mm

28mm

42mm

44,8mm

56mm

35mm

52,5mm

56mm

70mm

50mm

75mm

80mm

100mm

85mm

127,5mm

136mm

170mm

100mm

150mm

160mm

200mm

200mm

300mm

320mm

400mm

300mm

450mm

480mm

600mm

400mm

600mm

640mm

800mm

600mm

900mm

960mm

1200mm

Ma, all’atto pratico, a cosa serve conoscere le focali equivalenti?

Per prima cosa ci fa capire che i sensori inferiori al classico formato 24x36mm hanno un indubbio vantaggio sul lato tele, che si paga con uno svantaggio sul versante grandangolare. Infatti, su APS-c un 400mm, equivale ad un ben più costoso 600mm. Un 600mm offre addirittura lo stesso angolo di campo di un 900mm, obiettivi che, anche anche laddove esistono, hanno dei prezzi paragonabilili a quelli di automobili di lusso. Chi si dedica alla fotografia di animali in natura, insomma, ha un bel vantaggio usando sistemi APS-c.

Invece chi vuole obiettivi ultragrandangolari si troverà a fare i conti con la penalizzazione data dal fattore di crop. Un 12mm, obiettivo grandangolare molto specialistico e molto costoso per il FF, diventa un 18mm su APS-c, un grandangolo molto meno estremo, quindi. Per allargare il campo sarà necessario comprare uno di quegli zoom, nati spesso esclusivamente per i sistemi APS-c, che arrivano fino ad 8mm, focale equivalente per l’appunto al 12mm su FF.

Un aspetto pratico da considerare è quello del tempo di sicurezza, cioè il tempo di scatto che ci tiene al riparo dal micromosso, che è pari, secondo una regola empirica, al reciproco della lughezza focale. Per calcolarlo dobbiamo tenere conto anche del fattore di crop, non dimentichiamolo. Quindi il tempo di sicurezza per un 200mm su sistema APS-c non è di 1/200 di secondo bensì di 1/300 di secondo (vedi il tutorial Evitiamo il micromosso).

Facciamo altre considerazioni. Un obiettivo nato per il formato 24x36mm potrà sempre essere usato su una fotocamera APS-c del medesimo produttore. Anche gli obiettivi nati per APs-c in genere possono essere usati su fotocamere FF del medesimo  produttore, ma in questo caso la fotocamera utilizzerà solo la parte centrale del sensore, l’area equivalente al formato APS-c. Ciò avviene perché il cerchio di copertura degli obiettivi APS-c non copre tutta l’area del sensore maggiore e quindi si creerebbe un cerchio scuro se venisse utilizzato tutto il sensore.

Sulle mirrorless quattro terzi possiamo oggigiorno, grazie agli adattatori, utilizzare tutti gli obiettivi degli altri produttori, perdendo però gli automatismi, ma avendo il vantaggio di “raddoppiarne” la focale.
impara a fotografare in 10 lezioni

By | 2017-01-27T18:08:13+00:00 29 marzo 2016|Attrezzatura, Corso di fotografia di base|1 Comment

One Comment

  1. walter agosto 12, 2016 at 5:55 pm - Reply

    e su 6×6 come si calcola? Grazie

Leave A Comment