Un semplice modo per ottenere l’effetto flou con Photoshop

L’effetto flou, che consiste nell’ottenere una immagine più morbida, per richiamare atmosfere poetiche, magiche e di sogno, è uno dei più utilizzati dai fotografi di matrimonio e di ritratto.

Lo si può ottenere in vari modi. Ad esempio direttamente in ripresa, utilizzando un apposito filtro, denominato per l’appunto “flou”, da montare sull’obiettivo. Molti fotografi trovano che vada bene anche un pezzo di collant femminile da reggere davanti all’obiettivo, o un foglio di acetato o di vetro leggermente smerigliato. Insomma si tratta di un effetto che si può ottenere in vari modi, arrangiandosi un po’.

Con l’avvento del digitale però, la maggior parte dei fotografi preferisce ottenere fotografie perfettamente nitide in ripresa, per poi agire eventualmente in seguito con un programma di fotoritocco.

Vediamo dunque come si può ottenere l’effetto flou direttamente con Photoshop.

Quella in basso è la nostra foto di partenza.

Per prima cosa è necessario assicurarsi, una volta aperto Photoshop, che sia visibile la finestra “livelli”. Se non la vediamo dobbiamo aprirla. Per farlo basta andare su Window>Layers, come si vede nell’immagine qui sotto, oppure semplicemente premere il tasto F7.

A questo punto si è aperta la finestra “livelli” che è quella che vediamo evidenziata nel riquadro rosso nell’immagine sottostante (attenzione: potrebbe anche trovarsi in un altro punto dell’area di lavoro).

Una volta visualizzata la finestra “livelli” è necessario usarla per creare un nuovo livello contenente l’immagine su cui stiamo lavorando.

Per farlo basta trascinare (facendo click con il tasto sinistro del mouse e tenendolo premuto) il livello sfondo sullo strumento “create a new level”, rilasciando il pulsante, come si vede sotto:

A questo punto abbiamo due livelli contenenti la medesima immagine:

Badando che sia selezionato il livello più in alto, applichiamo la sfocatura facendo la seguente operazione:

Filter>Blur>Gaussian Blur

Si aprirà una finestra come quella che possiamo visualizzare sotto:

Selezionamo un valore intorno ai 20 pixel e diamo l’OK.

A questo punto l’immagine si presenterà così:

Come si nota l’effetto è decisamente eccessivo. Niente paura però, con un’ultima operazione metteremo tutto a posto.

Sempre verificando che il livello più in alto, quello su cui abbiamo applicato la sfocatura, sia selezionato, operiamo sullo strumento Opacity, selezionando un valore a piacere, in base all’intensità dell’effetto che vogliamo ottenere. Un valore intorno a 70% potrebbe andare bene.

In questo modo non facciamo altro che miscelare i due livelli, ottenendo un gradevole effetto flou.

Questo è il risultato finale:

Quello appena illustrato è solo uno degli innumerevoli modi di ottenere l’effetto flou in post-produzione. Ma è uno dei più semplici e offre, nel contempo, una buona possibilità di regolare l’effetto in base ai nostri gusti.

Tutorial collegati:

Come togliere le occhiaie con Photoshop

Come fotografare… il ritratto (consigli da 1 a 6)

Come fotografare… il ritratto (consigli da 7 a 12)

By | 2017-08-10T14:38:19+00:00 28 settembre 2011|Camera chiara|Commenti disabilitati su Un semplice modo per ottenere l’effetto flou con Photoshop