Il bracketing

La tecnica del bracketing consiste nell’effettuare una serie di scatti variando i parametri dell’esposizione. In genere si eseguono tre scatti “a forcella”: uno per il valore che l’esposimetro suggerisce come corretto, uno in sottoesposizione, l’altro in sovraesposizione.

A cosa serve tale tecnica? A trovare l’esposizione ottimale anche in situazioni difficili che possono ingannare l’esposimetro, oppure quando si è in dubbio sul giusto valore dell’esposizione o su come interpretare “fotograficamente” una scena.

Le fotocamere  reflex attuali dispongono di una funzione di bracketing automatico molto utile: si possono impostare valori di compensazione dell’esposizione compresi tra +2 e -2 EV (alcuni modelli arrivano a ± 3EV) a passi di 1/3 o di ½ EV.

Il comando del bracketing automatico è di solito raggiungibile dal menu oppure dalle funzioni personalizzate della fotocamera, nell’area dedicata alla modalità di scatto, laddove si seleziona – per intenderci – lo scatto singolo o la raffica o l’autoscatto, ecc…

bracketing

Il simbolo del bracketing automatico: la funzione è selezionabile nel menu “modalità di scatto”. Si vedono infatti i simboli dello scatto singolo, dello scatto continuo, dello scatto con telecomando, ecc…

Una volta selezionato il comando dobbiamo scegliere, in termini di EV – o stop – , la “distanza” tra gli scatti: nell’esempio sotto riportato è stato selezionato un valore di ± 1 EV:

Abbiamo selezionato la modalità bracketing automatico, la fotocamera eseguirà tre scatti, “distanziati” di 1 EV l’uno dall’altro.

 

For privacy reasons YouTube needs your permission to be loaded. For more details, please see our Privacy Policy.
I Accept

 

Il risultato su una fotografia potrà essere simile a quello delle foto esemplificative sotto riportate:

Bracketing fotografia

La fotografia effettuata con i valori suggeriti dall’esposimetro.

 

bracketing esposizione, correzione + 1 stop, + 1 EV

Lo scatto effettuato a + 1 EV: una sovraesposizione di uno stop.

 

bracketing esposizione, sottoesposizione, - 1 stop, - 1 EV

Lo scatto effettuato a – 1 EV: una sottoesposizione di uno stop.

 

Alcuni modelli di fotocamera permettono di selezionare anche il numero di fotogrammi, optando per 3, 5 o addirittura 7 fotografie con valori di esposizione differenti.

Se ne abbiamo il tempo, e le condizioni di luce non sono di semplice interpretazione, possiamo avvalerci di questa utile funzione. Sceglieremo poi la fotografia che ci convince di più con calma, davanti al monitor del computer.

Se utilizziamo un treppiede di fronte ad un soggetto statico, come un paesaggio, potremo in seguito utilizzare i fotogrammi per effettuare una simulazione del filtro grigio ND graduato, oppure per fare un vero e proprio HDR.

Avvertenze

Lavorando in bracketing, se stiamo fotografando dei paesaggi o eseguendo dei ritratti, conviene utilizzare la fotocamera in priorità dei diaframmi (modalità A o Av). In tal modo la compensazione riguarderà il tempo di esposizione e il diaframma rimarrà costante durante gli scatti garantendo il mantenimento per tutti gli scatti della medesima profondità di campo.
Se utilizziamo la fotocamera in modalità program, infatti, la compensazione avverrà tanto sui tempi che sui diaframmi, e ciò provocherà un cambiamento della profondità di campo.
Ovviamente se la fotocamera è impostata in priorità dei tempi il bracketing automatico varierà esclusivamente il diaframma. Teniamone conto quando decidiamo di fare un’esposizione a forcella automatica.

Alcune fotocamere più dotate di funzioni offrono, oltre al classico bracketing dell’esposizione, anche il bracketing sulla messa a fuoco (cioè tra uno scatto e l’altro viene cambiato il punto di messa a fuoco), sul bilanciamento del bianco, sulla saturazione, sul contrasto, ecc… Insomma ci si può sbizarrire a fare prove di ogni genere. L’utilità effettiva di tali funzioni è però per lo meno dubbia.

Articoli correlati:

La compensazione dell’esposizione

L’istogramma dei livelli: questo sconosciuto

La coppia tempo/diaframma: introduzione

By | 2017-08-14T10:58:09+00:00 15 gennaio 2012|Elementi di tecnica fotografica|Commenti disabilitati su Il bracketing