Fotografia con smartphone e tablet

La grande diffusione di smartphone e tablet sta rivoluzionando il mondo della fotografia, almeno di quella amatoriale. Tale rivoluzione avviene lungo due direttrici. Da una parte essa riguarda gli strumenti che utilizziamo per scattare fotografie, dall’altro il modo di elaborare e condividere le foto.

Se l’orizzonte del fotoamatore consapevole (quello che utilizza, per intenderci, una reflex, una mirroless o una compatta, ma con un occhio sempre attento alla qualità delle immagini ottenute) è ancora poco toccato dal fenomeno, quello di chi scatta foto occasionalmente, o comunque solo per divertimento e senza farsi troppi problemi, già ne è stato rivoluzionato perché i dati parlano chiaro: il mercato delle fotocamere compatte è in forte calo. Oramai chi scatta foto senza troppe pretese utilizza preferibilmente il telefonino, dato che è un oggetto che ciascuno ha sempre con sé, e che la qualità delle immagini ottenute oramai è abbastanza elevata da soddisfare palati non troppo esigenti, e comunque più che sufficiente per l’utilizzo principale di tali fotografie, cioè la condivisione sui social network. Anzi, uno dei fattori che ha decretato il successo della fotografia con gli smartphone è proprio la possibilità di una condivisione immediata sul web senza passare per il computer.

Di solito però le immagini ottenute con i telefonini denunciano tutti i loro limiti, che non sono i limiti dello strumento con con le quali sono state scattate, ma piuttosto quelli di chi ha utilizzato lo strumento. La qualità ottenibile con molti degli smartphone di ultima generazione, infatti, è più che dignitosa, tanto che moltissime delle foto esplicative che appaiono su Phototutorial sono state realizzate utilizzando degli smartphone. Il limite è nell’alfabetismo fotografico di coloro che utilizzano lo smartphone per scattare le fotografie, i quali sono nella quasi totalità dei casi completamente a digiuno delle nozioni minime di tecnica fotografica e di composizione. I risultati sono sotto gli occhi di tutti nei siti di condivisione immagini e sui social network: milioni di fotografie inguardabili.

Eppure le possibilità creative offerte dagli smartphone e dalle applicazioni fotografiche per essi disponibili sono molte, e non devono essere trascurate da chi si occupa di diffondere la cultura fotografica a tutti i livelli.

Inoltre il vasto universo della applicazioni fotografiche, unito alla potenza sempre maggiore offerta dai dispositivi tablet, ha permesso di aprire un nuovo universo relativamente all’elaborazione delle immagini, e non necessariamente a quelle scattate direttamente con uno di questi dispositivi. Si può anche importare nel proprio tablet una fotografia scattata con la fotocamera reflex per poi elaborarla con una delle tante divertenti applicazioni disponibili, molte delle quali gratuitamente.

Insomma si tratta di un nuovo universo che Phototutorial vuole esplorare insieme a voi. Apriamo quindi la nuova categoria “Fotografia con smartphone e tablet” nella quale ci occuperemo di tutti gli aspetti legati alla fotografia con i nuovi dispositivi mobili, dalla fase di scatto all’uso delle app fotografiche.

Sono in preparazione dei tutorial su come ottenere i migliori risultati fotografando con lo smartphone e con il tablet. Ma iniziamo con la presentazione di alcune delle migliori app per fotografia.

Articoli collegati:

Come fotografare… con l’iPad (o con altri tablet)

Come fotografare… con il telefonino

By | 2017-08-16T17:14:59+00:00 27 luglio 2012|Fotografia con smartphone e tablet|Commenti disabilitati su Fotografia con smartphone e tablet