Le migliori app per fotografia: Pixlr-o-matic+

pixlromatic+, icona

 

 

 

Pixlr-o-matic + è un’app per fotografia davvero molto divertente e semplice da usare. Chi scrive la usa su un iPad, ma esiste anche la versione per Android: può quindi essere caricata su quasi tutti i tablet e gli smatphone esistenti. L’app è completamente gratuita.

Questa app consente di applicare alle foto dei gradevoli effetti di post produzione. In particolare è molto indicata per simulare gli effetti “vintage” che tanto sono di moda in questo periodo.

Uno dei pregi più interessanti di questa app è che permette di salvare le fotografie elaborate nella dimensione originale. La maggior parte delle altre applicazioni, invece, consente di salvare solo immagini in formato ridotto, che possono andare bene per la condivisione sui social network, non certo per la stampa. Questa caratteristica rende Pixlr-o-matic interessante anche per il fotoamatore che vuole ottenere il massimo della qualità. Tutto quello che si deve fare è importare la fotografia, magari scattata con una reflex, sul proprio tablet. Nel caso del New iPad, una caratteristica del dispositivo è quella di ridimensionare in automatico le fotografie ad un massimo di 2Mb. Questo limite, che è peraltro facilmente aggirabile utilizzando delle specifiche applicazioni, consente comunque di lavorare su file abbastanza grandi da essere stampati anche in grandi dimensioni (fino al  30×40 cm e oltre, volendo).

Vediamo nello specifico cosa è possibile fare con questa applicazione.

Supponiamo di voler “antichizzare” questa foto di partenza:

foto iniziale da elaborare

Foto di partenza da elaborare per darle un aspetto più retrò.

 

Quando si avvia la app appare la schermata iniziale:

 

Le migliori app per fotografia, Pixlromatic+, schermata iniziale

La schermata iniziale di Pixlromatic+.

Cliccando su Snapshot si avvia la fotocamera del dispositivo mentre premendo su Upload è possibile importare la fotografia, precaricata sul proprio dispositivo, nella applicazione.

Una volta importata la foto è possibile applicare gli effetti che sono suddivisi in tre categorie, che possiamo definire, in mancanza di una denominazione ufficiale, come “filtri fotografici”, simboleggiati dall’iconcina del rullino, “effetti di luce e trasparenza”, simboleggiati dalla lampadina, “cornici”, simboleggiati dall’iconcina di una cornice.

Si inizia applicando un filtro alla fotografia, scegliendo tra i tanti disponibili.

Noi abbiamo scelto quello denominato “Josh” che dà una leggera tonalità blu alla foto, che la fa apparire un po’ “anni Settanta”:

 

Oltre agli effetti precaricati possiamo scaricarne altri, gratuitamente, direttamente da Internet, andando sullo Store, attraverso l’iconcina in alto che rappresenta il rullino con un “+” vicino:

 

pixlromatic, download effetti extra

Dallo store è possibile scaricare molti effetti extra per personalizzare le proprie foto.

 

Sebbene non sia possibile personalizzare questi effetti – si tratta della pecca maggiore di questa app – essi sono talmente tanti da garantire una amplissima possibilità di personalizzazione.

Possiamo ora applicare un effetto di trasparenza. In questo caso ci limitiamo ad una vignettatura:

pixlromatic+, retroilluminazione

Applichiamo una vignettatura, scegliendola tra gli “effetti di luce e trasparenza”.

 

Passiamo ora alle cornici. Tra gli effetti che ci piacciono di più, in questa sezione, ci sono quelli che imitano il riquadro delle pellicole di medio e grande formato. Ne applichiamo uno, denominato “Rustic”, che presenta anche l’imitazione delle macchie che si formano sulle pellicole a causa del trascorrere del tempo:

pixlromatic, cornice

La scelta della cornice.

 

Adesso possiamo salvare il nostro lavoro, oppure condividerlo direttamente sui social network:

pixlromatic+, salvataggio e condivisione

Le opzioni di salvataggio e condivisione.

 

Come anticipato, una delle caratteristiche più interessanti è quella di poter salvare il file anche nelle dimensioni originali. Questo rende possibile utilizzare l’applicazione anche in vista della stampa, e non solo in funzione della condivisione su Internet:

pixlromatic+, opzioni di salvataggio

Le opzioni di salvataggio delle immagini elaborate. Come si vede è possibile salvare il file anche nelle dimensioni originali.

 

Il risultato finale della nostra elaborazione è questo:

Il risultato finale della nostra elaborazione con Pixlr-o-matic.

 

In conclusione, troviamo  che Pixlr-o-matic+ sia una applicazione davvero molto divertente. Dato che, oltre tutto, è gratuita, non può davvero mancare sul dispositivo mobile del fotoamatore.

 

Nome: Pixlr-o-matic+

Sito web: http://pixlr.com/

Disponibile per: iOS (iPhone e Ipad),  Android e come applicazione per il browser Chrome.

By | 2017-08-17T08:12:14+00:00 27 luglio 2012|Fotografia con smartphone e tablet|3 Comments