Come fotografare… con il telefonino

Fotografare con un telefono o uno smarthphone non è molto diverso dal fotografare con una compatta. Per ottenere buoni risultati bisogna conoscere i pregi e i limiti dello strumento che stiamo utilizzando e sapere come sfruttarlo al meglio.

Pregi degli smarthphone

Li abbiamo sempre con noi. Avere il telefonino sempre  in tasca e pronto a scattare, anche quando siamo al lavoro o stiamo facendo una passeggiata, ci permette di cogliere molte occasioni fotografiche che andrebbero altrimenti perse.

Possibilità di elaborazione  senza usare un PCSono disponibili migliaia di apps che permettono di elaborare le foto direttamente sullo smarthphone. Si va da quelle che permettono qualche semplice correzione a quelle che dispongono di centinaia di filtri preimpostati per dare un aspetto particolare alle nostre immagini come Pixlr-o-matic (di cui parliamo qui: Le migliori app per fotografia: Pixlr-o-matic+) o Instagram che permette anche di postare direttamente le immagini su diversi social network (di Instagram parleremo a breve in un prossimo articolo).

 

Instagram è una popolare app, disponibile per iOS e android, che permette di scattare fotografie, elaborarle e postarle su diversi social network, trai cui lo stesso Instagram.

 

Condivisione immediata. L’uso principale delle immagini scattate con un cellulare è quello di condividerle tramite email o sui social network, avere la possibilità di condividere immediatamente una foto appena scattata senza passare per altri apparecchi è sicuramente una bella comodità.

Possibilità di inserire dati GPS. Selezionando l’apposita opzione, la maggior parte degli smarthphone permettono di memorizzare la posizione del punto dove stiamo scattando la foto. Questo ci permetterà di ricordare il posto dove è stata scattata una foto e di ritrovarlo, magari per tornarci dopo qualche tempo, forse con l’attrezzatura fotografica professionale.

Ottimi per documentare. Grazie alla praticità d’uso lo smarthphone, specie se dotato di una buona fotocamera, è un ottimo strumento per fare fotografie a scopo di documentazione. Ad esempio noi di phototutorial lo usiamo per documentare le tecniche di scatto della nostra serie di articoli “La foto spiegata”.

Questa foto inserita in uno dei nostri articoli della serie “La foto spiegata” è stata scattata con un cellulare che si è dimostrato uno strumento molto pratico per foto di questo tipo fatte da angolazioni particolari.

Limiti

Obiettivo a focale fissa. Questo significa che avremo a disposizione una sola focale e che per ingrandire o rimpicciolire il soggetto dovremo fare qualche passo avanti o indietro. Tale focale in genere è piuttosto grandangolare, ciò comporta che i cellulari non sono il massimo per ritrarre le persone in quanto l’obiettivo grandangolare introduce distorsioni, che tradotto in pratica, per esempio, ingrandisce il naso del nostro soggetto.

Scarsa qualità con poca luce. Quando la luce è poca e si usano sensibilità ISO più alte, il sensore mostra i suoi limiti producendo immagini rumorose.

JPEG molto compressi. La compressione delle immagini spesso è molto elevata. Questo non è un problema quando le riguardiamo sul display del cellulare o le condividiamo su internet. Se guardiamo le immagini sul monitor del computer o vogliamo fare delle stampe un po’ più grandi del classico 10x15cm, gli artefatti e la mancanza di dettaglio iniziano a notarsi.

Ritardo allo scatto. Dal momento che premiamo il pulsante di scatto passerà un tempo piccolo ma avvertibile prima che la foto sia effettivamente scattata. Questa cosa è da tenere in considerazione sopratutto per i soggetti in movimento.

 

 

Come ottenere il massimo

Impugnarlo correttamente. Il cellulare va impugnato grosso modo come si farebbe con una piccola compatta, stando attenti a non coprire l’obiettivo con le dita. Per approfondire vedi: Impugnare correttamente la fotocamera

Fare attenzione al mosso. Essendo piccoli, leggeri e con una superficie per la presa ridotta è facile avere delle foto mosse, specie quando c’è poca luce. In questi casi potremmo appoggiarci ad una superficie solida, come un tavolo o usare un mini-cavalletto per cellulari.  Per approfondire vedi: Evitiamo il micromosso e Mini cavalletti e altri supporti

Mettere a fuoco correttamente. Quasi tutti gli smarthphone hanno la possibilità di mettere a fuoco prima di scattare, alcuni modelli permettono anche di fuocheggiare in un punto dell’immagine semplicemente toccandolo sullo schermo. Mettere a fuoco prima di scattare ci consentirà di scegliere cosa mettere a fuoco e di essere sicuri che sia correttamente a fuoco.

Non usare lo zoom digitale. Lo zoom digitale non fa altro che ingrandire digitalmente l’immagine, il risultato sarà una foto sgranata e con pochi dettagli. Se vogliamo ingrandire il soggetto sarà meglio avvicinarci facendo qualche passo.

Tenere l’obiettivo pulito. Sembrerà un consiglio banale, ma avendo il cellulare sempre in mano l’obiettivo si sporca con estrema facilità e un obiettivo sporco produrrà immagini di qualità più bassa. Per pulire l’obiettivo o la plastica che lo protegge usiamo un pannetto in microfibra.

Sfruttare la compensazione dell’esposizione e i modi “scene”. Le fotocamere dei telefonini non hanno di solito la possibilità di controllare l’esposizione. Questo non significa però che non possiamo fare fotografie creative. Usando la compensazione dell’esposizione possiamo sovra o sotto esporre per ottenere l’effetto voluto. Vedi anche La compensazione dell’esposizione. I modi “scene” sono un altro mezzo per costringere la fotocamera del cellulare a scattare in un certo modo, a tal fine valgono le stesse considerazioni fatte riguardo alle fotocamere compatte nel tutorial L’esposizione automatica: l’uso dei modi “SCENE”

I modi “scene” disponibili in molti smarthphone, sono un modo per forzare l’automatismo della fotocamera a usare dei valori di esposizione adatti alla foto che vogliamo fare.

 

Usando la compensazione dell’esposizione possiamo sovraesporre o sottoesporre volutamente a fini creativi.

[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]