La foto spiegata 9 – Mosso cretativo

La foto che ci ha inviato il nostro lettore Gennaro Granata ci permette di fare alcune considerazioni su come ciò che nel novanta per cento dei casi è considerato un errore grave in ambito fotografico, possa essere sfruttato per fini creativi.

In genere, poche cose disturbano di più di una fotografia mossa. Eppure a volte il mosso, se ben dosato e controllato, ha grandi potenzialità espressive, soprattutto perché è in grado di arricchire la fotografia con un piacevole effetto pittorico. E’ il caso della foto di Gennaro:

mosso creativo fotografia

 

Che ne pensate di questa immagine? Molti storceranno il naso, perché inseguono, nella fotografia, la massima nitidezza, la riproduzione oggettiva della realtà. Altri invece, apprezzeranno la matrice quasi espressionista di questa foto.

I metodi per utilizzare creativamente il mosso fotografico sono molteplici. Il nostro lettore ha usato forse il più semplice di tutti, muovere la mano mentre scattava la foto. Provateci.

Quali tempi si devono usare? In che direzione va mossa la mano? E’ impossibile dare una risposta univoca. Dipende dal soggetto, dall’obiettivo e dall’effetto che si desidera ottenere. La cosa più semplice è sperimentare. Impostate tempi di scatto da 1/250 di secondo in giù… muovete la fotocamera mentre scattate e cercate di controllare l’effetto con l’esperienza che man mano vi farete.

Speriamo di tornare presto sull’argomento del mosso creativo in fotografia con un apposito tutorial.