Come stampare le foto – Servizi di stampa

Il metodo più semplice ed economico di stampare le proprie foto è quello di rivolgersi ad un laboratorio specializzato. Perché? Innanzitutto, rispetto alla stampa effettuata in casa, a meno che non ci dotiamo noi stessi di attrezzatura estremamente professionale e costosa (stampanti di altissima qualità in primis, monitor calibrati, inchiostri e carte professionali) un laboratorio specializzato ci consente di ottenere:

  • Stampe di qualità migliore su carta professionale e di durata garantita;
  • Costo per ogni stampa molto inferiore rispetto a quello delle stampe fatte in casa;
  • Ingrandimenti molto maggiori di quelli ottenibili con una normale stampante domestica (anche oltre il 40×60 cm);
  • Stampe su tela, stampe fine-art su carte e supporti di altissima qualità, fotolibri, ecc… cioè un amplissimo ventaglio di opzioni e personalizzazioni per le nostre foto.

 

 

stampa da parete

Stampa da parte di grandi dimensioni.

Come avviene la stampa fotografica nei laboratori A differenza della stampa a getto di inchiostro tipica delle stampanti domestiche, le stampe di qualità nei laboratori sono ottenute con un processo di sviluppo chimico. Viene utilizzata carta chimica fotosensibile che viene impressionata otticamente tramite un procedimento che fa uso di laser.  Questo procedimento, se ben effettuato, con materiali e carte professionali, garantisce una qualità molto maggiore e una durata nel tempo di decine di anni. 

Cosa si deve fare per stampare le proprie foto presso un laboratorio?

Negozi di articoli fotografici

Se vi rivolgete ad un negozio di articoli fotografici, non dovete far altro che mettere la vostra foto, in formato Jpeg o Tiff su una chiavetta USB o su un altro supporto e recarvi presso il negozio. Le foto saranno stampate sul posto, se l’attività è dotata di un laboratorio per la stampa, oppure saranno inviate tramite web ad un laboratorio e, dopo qualche giorno, potrete passare a ritirarle in tutta comodità. Il vantaggio di rivolgersi ad un negozio è quello di avere un rapporto diretto con un addetto, che potrà darvi indicazioni e suggerimenti, e aiutarvi a risolvere eventuali problemi.

Laboratori di stampa on line

Esistono molti servizi di stampa on line. Come funzionano? E’ molto semplice, vi iscrivete inserendo i vostri dati anagrafici (di solito durante la procedura di iscrizione è necessario inserire un user-name ed una password) e poi, attraverso un programmino di semplicissimo utilizzo inviate le foto tramite Internet e selezionate il tipo e la dimensione della stampa. Potrete pagare tramite carta di credito o con il classico contrassegno. Qual è il vantaggio dei laboratori on line? Sicuramente il prezzo. I costi per copia sono molto vantaggiosi, specialmente se effettuate molte stampe delle medesime dimensioni. Per questo motivo, la cosa migliore da fare, è quella di raccogliere varie fotografie e fare un unico ordine, in modo da approfittare dello sconto quantità.

 

Cose a cui prestare attenzione:

  • Rivolgetevi solo a laboratori seri.
  • Per pagare online è meglio usate carte di credito ricaricabili e non quelle legate al vostro conto corrente.
  • Informatevi sul tipo di carta utilizzata, che sia di qualità professionale. Di solito i laboratori online hanno una sezione sul sito dove viene specificato il tipo di carta utilizzato.
  • Accertatevi che sia un laboratorio che confeziona con cura le stampe usando confezioni rigide di cartone, piuttosto che buste morbide. Chi scrive non ha quasi mai riscontrato problemi di qualità nelle foto, ma più volte ha ricevuto stampe rovinate a causa di un confezionamento approssimativo.

 

Una confezione robusta fa sì che le nostre foto ci arrivino intatte.

Una confezione robusta fa sì che le nostre foto ci arrivino intatte.

 

La dimensione dei file Se vi rivolgete ad un laboratorio fisico o on-line, dovreste accertarvi che le dimensioni del file siano sufficienti per la stampa da voi richiesta. A questo proposito leggete il tutorial In quale dimensione massima posso stampare le mie fotografie?

Procedete così: scattate alla massima risoluzione e non ridimensionate i file destinati alla stampa (anche se ciò richiederà maggior tempo per l’invio). In questo modo potrete contare sulla massima qualità.

I programmi di gestione dei servizi di stampa on line, comunque, di solito vi avvertono se le dimensioni dei vostri file non sono sufficienti per ottenere una stampa di qualità nella dimensione scelta.

Fate anche attenzione al formato dell’immagine che può essere in  3:2 o 4:3. Questi numeri indicano il rapporto tra i lati del fotogramma. 4:3 è il rapporto usato solitamente dalle fotocamere compatte. 3:2 è invece  il rapporto usato  nelle fotocamere reflex e professionali. Oltre a questi rapporti, vengono utilizzati, anche se più raramente, altri rapporti come il 1:1 (formato quadrato), i formati panoramici e diversi altri formati più insoliti. E’ importante conoscere il formato delle foto scattate dalla vostra fotocamera perché quando ordinate le stampe  dovrete scegliere lo stesso formato delle vostre foto. Certo, sacrificando una parte dell’immagine potete anche stampare in un formato diverso de quello nativo delle vostre fotografie.

 

Profili colore

Facciamo una piccola parentesi per quanto riguarda i profili colore. A meno di disporre di attrezzatura adeguata e di  monitor calibrati possiamo non occuparcene, il laboratorio farà le opportune correzioni per ottenere un risultato soddisfacente nella maggior parte dei casi. Chi dispone di attrezzatura adeguata e di  monitor calibrati potrà utilizzare i profili colore forniti dal laboratorio di stampa. Ma questo riguarda per lo più gli utenti professionali, che sanno già come fare.

 

Articoli collegati:

Come stampare le foto – Introduzione

Come stampare le foto – Con la stampante di casa

 

Ricorda che puoi ottenere lo sconto del 10% su tutti i prodotti Digitalpix semplicemente inserendo il codice “phototutorial” nello spazio convenzione come ti spieghiamo qui. Approfittane subito!!

codice sconto digitalpix

 

By | 2017-06-29T09:14:36+00:00 12 novembre 2013|Elementi di tecnica fotografica, Highlights|0 Comments

Leave A Comment