Come fotografare… in bianco e nero col digitale (parte 2: il linguaggio)

Come abbiamo spiegato nel primo articolo di questa serie – Come fotografare… in bianco e nero col digitale (parte 1 – L’approccio) – la fotografia in bianco e nero richiede un approccio diverso rispetto a quello della fotografia a colori e la ragione fondamentale di ciò è che noi vediamo a colori, che i colori fanno parte del nostro mondo e del nostro modo di interpretarlo.

Rinunciare al colore significa quindi rinunciare ad una informazione preziosa, ma nello stesso tempo offre anche la possibilità di andare più in profondità, oltre la superficie costituita dal colore, alla ricerca della vera essenza delle cose. Non si tratta quindi solo di trasformare un’immagine riuscita male in bianco e nero per tentare di conferirle un fascino che non ha.

Per realizzare una buona fotografia in bianco e nero, dato che non abbiamo a disposizione il colore, ci tocca lavorare sugli altri aspetti essenziali dell’immagine, e cioè: luce e ombre, toni, composizione, emozioni.

Luce, ombre, toni…

Naturalmente qualsiasi tipo di luce si presta alla fotografia. Sta al fotografo essere in grado di interpretare al meglio le condizioni di luce che ha a disposizione. Ma proprio perché si deve fare a meno del colore, quando si scatta in bianco e nero conviene puntare o ad avere condizioni di luce ideali (la luce delle prime ore della mattina, e delle ultime ore del pomeriggio, per intenderci, come spieghiamo nel tutorial Come fotografare… scegliere l’ora giusta) oppure condizioni di luce davvero difficili ed inconsuete, che conferiscano interesse alla fotografia.

La luce migliore, come ad esempio quella del pomeriggio, consente di ottenere una vasta gamma di toni, e di mettere in evidenza tutti i particolari di una scena, come nella foto che segue…

fotografare in bianco e nero

Una luce buona, morbida e diffusa consente di ottenere una vasta gamma di toni, e di mostrare tutti i dettagli di una scena.

 

Un altro esempio delle potenzialità della luce morbida e diffusa:

fotografia in bianco e nero

La luce morbida consente di mostrare ogni minimo dettaglio.

 

Ma come abbiamo detto anche una situazione di luce difficile può essere ben interpretata in bianco e nero, puntando sui contrasti e sulle ombre. Un esempio può essere costituito dalla foto che segue: luce dura per una immagine molto contrastata, che ha consentito di trasformare le tre figure (l’uomo col cane, e la donna), con le loro ombre, in silhouette. Una fotografia del genere, a colori, sarebbe stata, probabilmente, impresentabile, mentre in bianco e nero è molto molto gradevole.

Fotografia di Erminio Vanzan‎.

Fotografia di Erminio Vanzan‎.

 

Spesso i contrasti forti (quindi una luce dura) sono molto utili nel reportage o nella street perché conferiscono drammaticità ad una scena, anche se comportano la perdita di dettaglio. La foto che segue ne è un chiaro esempio:

Fotografia di Monica foto.

Fotografia di Monica foto.

 

Un particolare gioco di luce arricchisce qualsiasi fotografia, ma nel bianco e nero, proprio perché non possiamo contare sui colori, quella della luce inconsueta dovrebbe essere una ricerca costante. I giochi di luce che filtrano tra le nuvole, ad esempio, rendono davvero speciale la foto che segue.

contest fotografico,corso di fotografia

Foto di Francesco Domesi.

 

Nella fotografia di paesaggio è di solito molto importante che il cielo sia interessante, cioè ricco di nuvole, e questo vale ancora di più per il bianco e nero, dato che non possiamo contare sul bel colore azzurro. Per esaltare il contrasto tra le nuvole e il cielo possiamo però sempre contare sul filtro polarizzatore (vedi il tutorial Il filtro polarizzatore), oppure sul filtro rosso (vedi I filtri per il bianco e nero), il cui effetto può essere anche simulato, come abbiamo spiegato nell’articolo Come fotografare… in bianco e nero col digitale (parte 1 – L’approccio).

paesaggio bianco e nero

In un paesaggio in BN è particolarmente importante che il cielo sia interessante, come accade in questa foto grazie alle nuvole.

 

Composizione

Trasmettere le informazioni, nella fotografia in bianco e nero, può essere più difficile perché si deve fare a meno di un fattore chiave della nostra lettura del mondo che ci circonda, il colore per l’appunto. Proprio per questo motivo è importante creare un mondo ordinato, prestando particolare attenzione alla composizione, cioè al modo di disporre gli elementi chiave all’interno del fotogramma.

Particolare importanza va data al soggetto che deve essere facilmente riconoscibile. Nella fotografia in black and white, questo può richiedere un particolare sforzo di previsualizzazione. Per “staccare” un soggetto dallo sfondo, o per “separare” le varie figure all’interno del fotogramma non potete contare sui colori, ma solo sulle differenze di tonalità di grigio, e spesso colori diversi in bianco e nero vengono resi con tonalità di grigio simili.

Una aiuto, nel digitale, ci viene, come abbiamo spiegato nel precedente articolo, dalla possibilità di scattare utilizzando il live-view,visualizzando la scena direttamente in bianco e nero prima ancora di scattare, oppure guardandola subito dopo in bianco e nero sul monitor. Ma cerchiamo di imparare a previsualizzare nella nostra mente come sarà resa la scena, come devono fare i fotografi che scattano a pellicola. Con un po’ di esercizio ci si può riuscire. E ciò migliorerà il nostro modo di fotografare.

La foto che segue mostra quanto detto sopra. Le figure si individuano facilmente e risaltano sullo sfondo. Ma si deve ragionare in termini di tonalità (chiaro su scuro, scuro su chiaro) e non di colore. E bisogna farlo al momento dello scatto.

 

reportage,street photography

Nel bianco e nero è importantissimo il contrasto tra figura e sfondo, che può essere ottenuto solo con le differenti tonalità di grigio, dato che non abbiamo a disposizione il colore. Impariamo a previsualizzare la scena (foto di Davide Marcesini).

 

Simmetrie e figure geometriche vengono in genere esaltate dal bianco e nero perché  non c’è il colore a “distrarre”. Un esempio è quello della fotografia che segue: il B&W esalta le geometrie trovate e catturate dal fotografo.

La straordinaria armonia compositiva di questa fotografia di Alessandro Gionni.

La straordinaria armonia compositiva di questa fotografia di Alessandro Gionni, è esaltata dalla scelta del bianco e nero.

 

In generale, tutte le regole della composizione che abbiamo affrontato in vari nostri tutorial (a titolo di esempio: La sezione aurea e la fotografia, Elementi di composizione: la geometria del fotogramma, La composizione fotografica: il primo piano, La composizione fotografica: il punto, La composizione fotografica: le linee, La composizione fotografica: le curve, La composizione fotografica: valorizzare il soggetto) sono particolarmente importanti nella fotografia in bianco e nero e possono fare la differenza tra una buona immagine e una fotografia da cestinare.

Emozioni

Normalmente in una corso di fotografia ci si concentra sugli aspetti tecnici, e non potrebbe essere diversamente. Tuttavia spesso il fattore più importante nella riuscita delle fotografia è quello emotivo. Una foto piace se colpisce, se trasmette qualcosa.

Il bianco e nero è di aiuto sotto questo aspetto perché la fotografia priva di colore ci rimanda istintivamente all’essenziale, cioè al messaggio. E’ come se il venir meno della superficie colorata delle cose, ce le facesse scoprire nella loro essenza. E’ per questo che molti provano trasformare una foto, magari poco riuscita, in bianco e nero, nella speranza che magicamente essa diventi più affascinante. Abbiamo già spiegato che non è così, che la foto deve essere pensata in B&W. Ma ciò non toglie che il bianco e nero spesso aiuti a rafforzare emotivamente un messaggio.

Non a caso ancora oggi, in piena epoca digitale, il reportage e la street, i generi fotografici tipicamente documentaristici e “di denuncia”, siano affrontati per lo più in bianco e nero.

Se ci concentriamo sui contenuti emotivi della fotografia, quindi sulle emozioni che essa può generare, possiamo trovare nel bianco e nero un valido strumento espressivo.

reportage,street,foto rubata,fotografia

Nella street e nel reportage il bianco e nero può aiutarci ad aumentare il contenuto emozionale di una scena (foto di Davide Marcesini).

 

Naturalmente sarebbero tante le cose che ancora si potrebbero aggiungere sulla fotografia in bianco e nero. Speriamo però con questi tutorial di avervi dato almeno degli utili spunti di riflessione.

 

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Come fotografare… il reportage (prima parte)

Come fotografare… il reportage (parte seconda)

Come fotografare il reportage (parte terza): tra reportage e street photography

Come fotografare… la street photography (avvicinare le persone)

 

By | 2017-12-29T11:18:34+00:00 8 aprile 2015|Come fotografare...|2 Comments