Rivedere lo scatto

Uno dei grandi vantaggi delle fotocamere digitali, è inutile negarlo, è quello che ci consentono di rivedere immediatamente lo scatto. Il problema è che spesso non usiamo tutto il potenziale che la tecnologia digitale ci mette a disposizione. Ci limitiamo a dare un rapido sguardo alla foto, ci sembra tutto ok, ma poi quando andiamo a scaricare l’immagine sul PC, ci accorgiamo di come la fotografia, che sembrava bellissima nella miniatura del monitor, presenti difetti tali da portarci a cestinarla.

Vediamo come possiamo allora sfruttare al meglio la possibilità di rivedere subito lo scatto.

Innanzitutto, dobbiamo capire che in caso di micromosso o di errori nella messa a fuoco millimetrici, la revisione sul monitor della fotocamera non sempre ci dà delle indicazioni definitive. Purtroppo a tutti noi è capitato di accorgersi che una fotografia presentava questi difetti solo quando abbiamo aperto la fotografia sul PC. Purtroppo, se il difetto è davvero piccolo, non basta ingrandire al massimo consentito dal monitor per individuarlo. Qualche volta ci viene il sospetto, sì, ma non possiamo esserne sicuri. Ricordate quindi che un’occhiata al monitor, per quanto approfondita, potrebbe non essere sufficiente.

Il monitor della fotocamera invece ci è sicuramente molto utile quando facciamo un ritratto, per vedere subito se l’espressione del viso ci soddisfa o meno. Ricordate però che anche qui spesso piccoli difettucci (legati per esempio alla posizione delle mani, a pieghe sgradevoli della pelle, ecc…) vengono alla luce solo osservando la foto con calma sul monitor del computer.

La funzione di riproduzione delle foto invece ci può dare utilissime indicazioni sull’esposizione, e purtroppo molti fotoamatori trascurano proprio questo aspetto. Pochi sono, infatti, i fotoamatori abituati a consultare, in fase di revisione dell’immagine, l’istogramma dei livelli, eppure basta una rapida occhiata a questo grafico per rendersi conto se l’esposizione è corretta o meno, e se ci sono zone bruciate nella fotografia appena scattata.

 

Cos’è l’istogramma dei livelli? E’ un grafico che riporta la quantità di pixel presenti nell’immagine per ogni livello di luminosità. Con un semplice colpo d’occhio possiamo renderci conto se la nostra fotografia è stata esposta correttamente e se ci sono delle zone sovraesposte o sottoesposte. Per comprendere bene come funziona l’istogramma leggete questo tutorial: L’istogramma dei livelli: questo sconosciuto.

 

Proviamo a capire, praticamente, come ci può essere utile l’istogramma.

Se noi rivediamo la fotografia che segue con la funzione di riproduzione semplice, tutto sommato non riceviamo indicazioni utili per capire se l’esposizione è corretta.

rivedere le foto

La maggior parte dei fotoamatori usa la funzione di revisione semplice. In questo caso si è scelto di visualizzare i dati di scatto. Tutto sommato però non si hanno indicazioni utili sull’esposizione.

 

Se invece attiviamo la funzione che ci permette di visualizzare l’istogramma (basta consultare il manuale della fotocamera per farlo), abbiamo una revisione di questo tipo:

istogramma dei livelli,revisione delle foto

I professionisti e i fotoamatori consapevoli in genere attivano la funzione che consente di visualizzare l’istogramma dei livelli.

 

Perché visualizzare l’istogramma è utile? Perché ci permette di capire se l’esposizione è corretta. Cosa capiamo da questo istogramma? Capiamo che i pixel sono distribuiti abbastanza uniformemente lungo tutto l’asse con una leggera prevalenza delle zone in ombra (notate come il grafico presenti una curva più alta nella zona di sinistra, quella delle ombre). Ma l’informazione più importante che riceviamo è questa: nella foto ci sono delle aree bruciate, cioè sovraesposte. Zone che non conservano informazioni. Nell’istogramma sono riportate all’estremità destra colorate di rosso. Si tratta di un avviso, un segnale di allarme: attenzione che in questa foto ci sono delle parti bruciate.

Particolare dell'istogramma: la presenza di un'area rossa all'estremità destrs dell'istogramma indica che vi sono delle aree bruciate, cioè sovraesposte al punto che al loro interno non sono registrate informazioni.

Particolare dell’istogramma: la presenza di un’area rossa all’estremità destra dell’istogramma indica che vi sono delle aree bruciate, cioè sovraesposte al punto che al loro interno non sono registrate informazioni.

Per un fotoamatore consapevole sapere che nella fotografia appena scattata ci sono delle aree bruciate è importante perché gli consente di valutare se è il caso di ripetere lo scatto apportando le necessarie correzioni, oppure se tutto sommato l’area bruciata non inficia la resa della foto.

Potrebbe essere molto utile capire anche quale area della foto è bruciata. Un fotografo esperto una volta che ha letto l’istogramma capisce subito quali sono le zone sovraesposte. Ma se non siamo così esperti le nostre fotocamere ci vengono in aiuto con la funzione “Visualizza aree chiare” che è attivabile dal menu (tenete presente che la denominazione della funzione può cambiare, che alcune reflex entry-level non ne dispongono e che conviene far riferimento al manuale di istruzioni della vostra fotocamera).

Una volta attivata questa funzione se nella foto sono presenti aree bruciate, esse lampeggeranno in rosso quando attiviamo la riproduzione:

Se attiviamo la funzione "Visualizza aree chiare", quando rivediamo la fotografia le zone bruciate vengono segnalate con una colorazione rossa lampeggiante. Si tratta di un'informazione davvero molto utile.

Se attiviamo la funzione “Visualizza aree chiare”, quando rivediamo la fotografia le zone bruciate vengono segnalate con una colorazione rossa lampeggiante. Si tratta di un’informazione davvero molto utile.

 

Attivare queste funzioni, la visualizzazione dell’istogramma e la segnalazione delle aree sovraesposte, vi permetterà di leggere meglio la fotografia appena scattata e anche di acquisire un maggiore controllo sull’esposizione. Si tratta di una funzione che definiremmo “pedagogica” perché alla fine sarà la semplice, continua, visualizzazione di tanti istogrammi a chiarirvi alcuni aspetti della fotografia digitale e del comportamento della vostra fotocamera che molti fotografi non arrivano mai a padroneggiare del tutto.

By | 2018-01-18T14:32:51+00:00 21 luglio 2015|Corso di fotografia di base, Uncategorized|Commenti disabilitati su Rivedere lo scatto