Contest fotografico “Notte”: come è stata realizzata la foto vincitrice

Cari amici di Phototutorial,

abbiamo chiesto a Giusy Baffi, autrice della fotografia vincitrice del contest di fotografia di settembre “Notte”, di spiegarci come è nata questa bella immagine.

contest fotografia

Fotografia di Giusy Baffi.

Innanzitutto però ecco le motivazioni della giuria:

La fotografia di Giusy racconta molto bene la notte, ed in particolare una notte cittadina, ancora piena di attività, come indicano l’uomo con la valigia intento ad usare un telefonino e il tram che arriva. Proprio la sia delle luci del tram impreziosisce questa immagine rendendola davvero accattivante. La composizione è ben curata nella parte bassa dell’immagine, con le rotaie e il marciapiede che vengono sfruttati molto bene e guidano l’occhio verso i punti forti. Bene anche il lampione e il portone al centro della composizione, mentre l’uomo e il tram la riequilibrano sui due lati. La parte alta è, dal punto di vista compositivo, più approssimativa: un po’ di spazio in alto avrebbe forse giovato, per dare un po’ di aria all’orologio ed evitare di tagliare i capitelli, ma probabilmente l’autrice ha dovuto inquadrare la scena velocemente e queste piccolissime imperfezioni sono più che giustificate.

 

Diamo ora la parola all’autrice:

Mi trovavo in Piazza Cordusio, a Milano, insieme ad alcuni amici con l’intenzione di scattare delle foto utilizzando tempi lunghi. La fotocamera era già montata sul cavalletto ed impostata in modalità manuale e, data la quantità di luci diverse che ci sono in questa piazza, ho optato per un bilanciamento del bianco in modalità sole/luce diurna quando ho visto una persona ferma mentre stava arrivando il tram, mi era piaciuta la scena ed ho scattato. La scelta del bianco e nero è stata poi decisiva per il tipo di foto che volevo realizzare.

Attrezzatura: Nikon D7000 – obiettivo Nikkor 18-105mm – treppiede
Dati di scatto: Iso 200 – 18mm. – f11 – 2,0 secondi.

 

Complimenti ancora a Giusy per la sua bellissima fotografia.

One Comment

  1. gigi novembre 2, 2015 at 9:50 pm - Reply

    Davvero coinvolgente. e il bianco e nero aiuta. brava

Leave A Comment