Gimp – Tutorial 4 – I livelli di lavoro

Cosa sono i livelli di lavoro in un programma di elaborazione fotografica come Gimp 2? A cosa servono e perché è così importante utilizzarli? Se vogliamo diventare abili nella post produzione e nell’editing delle foto non possiamo prescindere da un sapiente utilizzo dei livelli. Speriamo quindi che alla fine di questa serie di tutorial che pubblicheremo nel nostro corso di fotografia ne saprete abbastanza da utilizzarli in maniera soddisfacente.

Cosa sono i livelli di lavoro?

Immaginate una pila di fogli lucidi, come quelli che vengono usati per proiettare delle slide tramite una lavagna luminosa. Su un foglio lucido potrà essere disegnato un grafico, su un altro lucido ci potrà essere una scritta, su un altro lucido ci potrà essere uno scarabocchio. Cosa succede se sovrapponiamo i tre lucidi? Succede che ne risulterà un’unica immagine, data dalla somma dei tre fogli sovrapposti:

Livelli,Gimp

Tre fogli lucidi da sovrapporre…

 

Livelli,gimp,tutorial

I tre lucidi uniti…

 

Alcune considerazioni:

  • Se uno dei fogli non fosse lucido ma opaco, tutti i fogli posti sotto di essi risulterebbero invisibili, giusto?
  • Se scriviamo qualcosa sul foglio posto più in alto, la scritta si troverebbe solo su quel livello, se eliminassimo quel foglio, la scritta scomparirebbe come per miracolo, giusto?

Ebbene, con i livelli di Gimp, così come con quelli di Photoshop succede esattamente la stessa cosa.

Se il livello è “trasparente”, possiamo vedere quello che c’è sotto… Solo che possiamo decidere noi l’intensità di questa trasparenza… E di conseguenza fondere due o più livelli per ottenere un’unica immagine.

Inoltre, se lavoriamo su un livello, non intacchiamo per nulla il livello sottostante, esattamente come scrivendo su un lucido posto in alto, quelli sottostanti sono preservati. Se desideriamo eliminare la scritta perché non è venuta bene, basta buttare via il foglio sul quale l’abbiamo eseguita, e al limite prendere un nuovo lucido e riprovare…

In pratica quindi i livelli sono utilissimi per lavorare su un’immagine senza intervenire sul livello sottostante, senza rischiare, quindi, per esempio, di rovinare l’immagine originale con degli interventi maldestri. Solo alla fine del nostro lavoro, se saremo soddisfatti dei risultati, e se lo desideriamo, possiamo unire tutti i livelli creati nella nostra sessione di fotoritocco o post produzione per ottenere l’immagine definitiva.

Bene, speriamo che l’esempio dei lucidi abbia chiarito almeno in parte cosa significa lavorare con i livelli. Vediamo adesso come possiamo utilizzarli con Gimp.

Creare nuovi livelli

Quando apriamo un’immagine con Gimp 2 ci troviamo di fronte ad una schermata come questa (clicca per ingrandire):

tutorial gimp2,livelli

Schermata di Gimp 2.

 

In basso, alla nostra sinistra, dovrebbe trovarsi la finestra dei livelli:

finestra livelli di gimp,tutorial

La finestra dei livelli.

 

Se la finestra dei livelli non è attiva possiamo aprirla attraverso il percorso Finestre>Pannelli agganciabili>Livelli oppure premendo i tasti

[Ctrl+L]

Gimp,finestra livelli.

Percorso per aprire la finestra livelli.

 

Quando apriamo una fotografia con Gimp 2 nella finestra dei livelli vediamo un’iconcina con la miniatura della foto. Rappresenta il livello sul quale stiamo operando in questo momento, che è per ora anche l’unico.

Andiamo a creare un nuovo livello di lavoro.

Abbiamo due possibilità: creare un nuovo livello vuoto, oppure duplicare il livello esistente. Possiamo farlo seguendo due strade. La prima consiste nell’operare attraverso la barra dei menu a tendina posta in alto nella schermata selezionando Livello e poi, nel menu che si apre, Nuovo livello… o Duplica livello, come mostrato dalla seguente immagine:

tutorial livelli gimp2

Creare un nuovo livello o duplicare un livello esistente tramite il menu livello.

 

Un’altra possibilità consiste nell’operare direttamente nella finestra di lavoro dedicata ai livelli, dove ci sono le iconcine che effettuano l’operazione, come mostriamo nelle figure seguenti:

nuovo livello,gimp 2

L’iconcina per creare un nuovo livello vuoto.

 

duplica livello

L’iconcina per duplicare un livello esistente.

 

Se creiamo un nuovo livello vuoto si aprirà una nuova finestra nella quale potremo decidere alcune delle caratteristiche che avrà il nuovo livello. Potremo determinarne le dimensioni (di default saranno impostate le medesime del livello iniziale…), se dovrà essere trasparente o, in caso contrario, il colore del nuovo livello.

tutorial gimp livelli 7 finestra nuovo livello

 

Una volta creato il nuovo livello, ne troveremo la rappresentazione grafica attraverso la miniatura posta nella finestra Livelli. Per esempio, se abbiamo creato un nuovo livello trasparente esso sarà rappresentato attraverso un rettangolino a scacchiera con quadratini grigi, come mostra la seguente immagine:

Nuovo livello trasparente.

Nuovo livello trasparente.

 

Se invece abbiamo duplicato il livello sottostante avremo ottenuto un nuovo livello esattamente identico e quindi anche la miniatura che lo rappresenta nell’apposita finestra sarà identica a quella che rappresenta il livello sottostante:

Liovello duplicato.

Livello duplicato.

 

Alcune cose che è possibile fare con i livelli

  • I livelli possono essere spostati. Si possono portare più su o più giù rispetto agli altri. Basta trascinarli tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, oppure selezionarli ed usare le freccette presenti nella finestra livelli.
    gimp,iconcina sposta livelli

 

  • I livelli possono essere eliminati. Basta selezionare un livello e premere l’iconcina del cestino.gimp,eliminare livello,cestino

 

Benissimo. Fin qui abbiamo visto come creare un nuovo livello o duplicarne uno esistente. E abbiamo anche visto, in teoria e a grandi linee, a cosa servono i livelli. Ma in pratica come li va ad utilizzare un fotografo? Ne parliamo nel tutorial Gimp – Tutorial 5 – Utilizzare i livelli.

 

Tutorial collegati:

Gimp – Tutorial 1 – Scaricare il programma, aprire e salvare i file

Gimp – Tutorial 2 – Sviluppare i RAW – UFRaw

GIMP – Tutorial 3 – Ottimizzare l’immagine regolando i livelli