Girare un video con la reflex – 5 consigli per iniziare

La tua reflex ha la possibilità di registrare il video? Sei curioso di provare a girare qualcosa ma non sai da dove cominciare? Allora questi consigli ti potranno essere utili per iniziare.

Hai visto dei filmati in giro per la rete davvero belli. Sembra incredibile che siano stati fatti con la tua stessa macchina fotografica visto che, quando hai provato a registrare un filmato, i risultati ti sono sembrati peggiori di quelli ottenuti con la vecchia videocamera palmare.

Il fatto è che, a differenza di una videocamera palmare, ottenere dei buoni filmati con una reflex digitale non è così banale come può sembrare. Questo perché, per caratteristiche e modo d’uso, una reflex è più simile ad una macchina da presa che ad una comune videocamera amatoriale.

Ed è proprio per questo che molti, sia amatori che professionisti, usano la reflex per i propri video. Come nel caso di una macchina da presa è possibile:

  • cambiare gli obiettivi scegliendo la focale adatta per la ripresa che si deve fare;
  • avere pieno controllo su tutti i parametri della ripresa;
  • ottenere profondità di campo più ridotte per isolare il soggetto, come è comune fare nel cinema (cosa impossibile con i sensori piccolissimi delle videocamere);
  • avere a disposizione una vasta gamma di accessori per la ripresa studiati specificamente per le video reflex (chiamate anche HD DSLR, dall’acronimo High Definition Digital Single Lens Reflex).

Di vantaggi ce ne sono tanti altri, ma li approfondiremo in tutorial di prossima pubblicazione. Per riassumere diciamo che con una reflex possiamo avere molti dei vantaggi e delle funzioni delle macchine da presa digitali ad un costo estremamente più basso.

Una HD DSLR corredata di supporto a spalla, sistema di supporto a barre, follow focus e mirino supplementare. By Sebastiaan ter Burg (Flickr: DSLR Video rig) [CC-BY-SA-2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons

Una HD DSLR corredata di supporto a spalla, sistema di supporto a barre, follow focus e mirino supplementare.
By Sebastiaan ter Burg (Flickr: DSLR Video rig) [CC-BY-SA-2.0], via Wikimedia Commons

 

Vediamo allora alcuni consigli che possono aiutarti ad iniziare ad ottenere filmati di alta qualità.

1. Pianifica le riprese. 

Fare delle riprese improvvisate con una HD DSLR non è cosa semplice. Se vuoi ottenere buoni risultati un po’ di pianificazione è indispensabile.

Andare in un luogo e iniziare a girare a caso, di solito, non porta molti risultati. Meglio decidere prima cosa girare e quando.

E’ anche utile vedere prima il luogo dove vuoi fare le riprese e provare qualche inquadratura in modo da scegliere i posti più adatti a quello che vuoi ottenere. Questo può anche essere il momento giusto per decidere quali focali utilizzare. Puoi approfittare anche per controllare la luce, se è sufficiente, se è dura o diffusa e in quali momenti della giornata è migliore per il tipo di ripresa voluto.

2. Sfrutta le tue conoscenze fotografiche.

La maggior parte delle regole della fotografia si possono applicare alla ripresa video. Come in fotografia è necessario che la composizione sia gradevole, che il bilanciamento del bianco sia corretto e che non ci siano elementi di disturbo nello sfondo. Fai l’inquadratura come se stessi fotografando, ma tieni conto che la ripresa è in movimento. Attenzione quindi agli elementi che non vuoi includere nella ripresa.

3. Usa le impostazioni manuali.

Per ottenere il massimo dalla nostra video reflex non basta affidarsi ai suoi automatismi. A differenza di una fotografia statica, in una ripresa video la scena varia continuamente. Il repentino variare dell’esposizione è piuttosto sgradevole, così come il variare della profondità di campo. Perciò decidi prima per cosa esporre e la profondità di campo che ti serve e regola la macchina di conseguenza.

Vedi anche: La modalità manuale

Anche il bilanciamento del bianco è meglio  impostarlo in manuale, oppure lasciarlo fare all’automatismo della macchina e poi bloccarlo per evitare cambiamenti nel corso della ripresa. Per quanto riguarda la sensibilità, usa l’impostazione più bassa possibile, così otterrai una ripresa pulita con poco rumore.

Vedi anche: La sensibilità e Il bilanciamento del bianco

4. Usa la messa a fuoco manuale e focheggia con precisione.

Nei video meglio non usare l’autofocus, il fuoco salterebbe di continuo da un piano all’altro (ad esempio dal soggetto in primo piano allo sfondo). La macchina non sa cosa vuoi che resti a fuoco, quindi dovrai mettere a fuoco in manuale. Se il soggetto è statico e la macchina è sul treppiede, questo non sarà un problema. Se il soggetto è in movimento la cosa è più complicata e servirà un po’ di esercizio per imparare a tenere a fuoco il soggetto.

Per la messa a fuoco manuale sono indicati i vecchi obiettivi non autofocus che hanno una ghiera grande e fluida (sempre se la propria reflex ne permette l’uso). Solitamente anche gli obiettivi di elevata qualità hanno una ghiera di messa a fuoco sufficientemente grande e fluida.

Per mettere a fuoco con precisione puoi usare, se la tua fotocamere ne è provvista, la funzione di ingrandimento della parte centrale dell’inquadratura (per sapere come attivarla vedi il manuale della tua fotocamera). Anche un buon oculare ingrandito da applicare all’LCD risulta molto utile e, oltre ad aiutare molto nella messa a fuoco, permette di vedere bene il display anche in pieno sole.

Vedi anche La “messa a fuoco”

5. Usa un supporto a spalla e un treppiede con testa fluida.

La reflex così com’è risulta piuttosto scomoda da usare per effettuare riprese video. Bisogna quindi dotarsi di un apposito supporto che permetta di impugnare comodamente la macchina e nel contempo di stabilizzare la ripresa. Ne esistono di tutti i tipi e costi, da quelli di produzione cinese facilmente reperibili per poche decine di euro su Amazon o su eBay fino a quelli super professionali prodotti da aziende specializzate in apparecchiature per il cinema dal costo elevato. Per iniziare anche quelli economici vanno bene.

Per il treppiede con la testa fluida il discorso invece è differente e non ci si può affidare a prodotti molto economici. Se si vogliono fare riprese fisse senza movimenti un buon treppiedi fotografico può andare bene, ma se si vogliono fare movimenti di camera serve una testa fluida di buona qualità. Con quelle economiche è difficile ottene risultati che non siano deludenti. Quindi se vuoi iniziare a fare buone riprese video senza spendere troppo, una buona accoppiata può essere costituita da un buon cavalletto fotografico da usare solo per le riprese fisse e da un supporto a spalla per tutte le altre in movimento.

Una testa video di buona qualità adatta per l’appassionato evoluto, ma usata anche da professionisti. (foto: www.manfrotto.com)

 

Vedi anche: Scegliere il treppiede e Teste per treppiedi per usi specifici.