I livelli con Photoshop: introduzione

Gli strumenti di Photoshop più utili per il fotografo sono sicuramente i livelli.

Di cosa si tratta? I livelli di Photoshop vanno immaginati come dei fogli di carta sovrapposti. Solo che questa carta può diventare all’occorrenza opaca o trasparente. Se noi abbiamo dei fogli di carta opaca raccolti in un blocchetto, riusciremo a vedere solo quello che è disegnato sul foglio di carta che si trova più in alto. Per vedere quello che c’è nel secondo foglio dobbiamo togliere via il primo, e così, via. Se invece abbiamo dei fogli sovrapposti di carta trasparente, i disegni dei diversi fogli si fonderanno in uno solo.

Naturalmente sia nel caso dei fogli di carta opaca che nel caso dei fogli di carta trasparente, per disegnare su un determinato foglio è necessario selezionarlo e portalo più in alto rispetto agli altri, oppure togliere dal blocchetto quelli che gli sono sovrapposti.

Con Photoshop si attua esattamente lo stesso meccanismo: possiamo lavorare su più “fogli di carta” (i livelli appunto) sovrapposti. Possiamo selezionarne uno a piacere ed effettuarvi sopra alcune operazioni. Poi possiamo decidere se tale livello sarà opaco o trasparente, possiamo decidere se sarà visualizzato o meno, possiamo portarlo più in alto o più in basso, a seconda delle nostre necessità.

Saper usare i livelli è fondamentale per il fotografo perché permette di lavorare sulle proprie immagini in maniera analoga a come si fa, per le fotografia a pellicola, in una camera oscura. Non a caso, per la fotografia digitale, si parla di camera chiara.

Cominciamo quindi a capire come si opera con questo potente strumento.

Apriamo una foto con Photoshop e osserviamo la finestra dei livelli.

Livelli Photoshop

La finestra livelli è evidenziata con il cerchio rosso

Essa si presenta così:

Se la finestra livelli non è aperta basta seguire il percorso Windows>Layers (Finestre>Livelli), oppure premere il pulsante F7. La finestra apparirà nella nostra area di lavoro.

Analizziamone alcuni degli strumenti più importanti:

 

Il livello selezionato è evidenziato in blu. In questo caso, poiché abbiamo appena aperto una fotografia, possiamo notare la presenza del lucchetto.

Il lucchetto indica che un dato livello è bloccato. Photoshop di default considera bloccato il primo livello, quello di apertura, perché ritiene che l’operatore voglia conservare integra l’immagine originale e desideri pertanto operare su altri livelli. Per sbloccare il livello di Photoshop basterà fare “doppio click” sull’icona del lucchetto.

Apparirà una finestra come questa, nella quale possiamo inserire il nome del livello:

Immettiamo il nome, ad esempio “cinciallegra” e diamo l’ok:

Adesso il livello si presenta così. Possiamo osservare che non è più bloccato. Infatti il lucchetto non appare più.

Da ora in poi per bloccare o sbloccare il livello sarà sufficiente un click sul lucchetto che appare al di sopra dei livelli:

Un altro strumento importante è “Create a new Layer (Creare un nuovo livello)“:

Se facciamo un clik su questo strumento apparirà un nuovo livello.

Il nuovo livello creato sarà completamente trasparente, come un foglio di carta lucido che abbiamo sovrapposto alla nostra fotografia. La fotografia resta sotto, ben visibile.

Si osservino con attenzione le immagini sotto riportate:

La foto non sembra cambiata, ma abbiamo creato un nuovo livello trasparente

 

Il nuovo livello, trasparente, è indicato con un’icona a quadratini bianchi e grigi, che indica appunto la sua trasparenza

 

Anche se non è visibile, a causa della sua trasparenza, il livello esiste. Per rendercene conto attiviamo lo strumento pennello e cominciamo a disegnare. Accertiamoci che sia selezionato il nuovo livello, Layer 1. Ricordiamoci che il livello selezionato è quello evidenziato in blu. Tutte le operazioni che compiamo verranno apportate solo al livello che è selezionato.

Pertanto selezioniamo lo strumento pennello e scarabocchiamo un po’ su Layer 1.

La foto adesso è rovinata? Certo che no! Ricordiamo l’esempio del lucido che ricopre la nostra fotografia. Noi abbiamo disegnato sul lucido. Il livello sottostante è rimasto intatto. Per rendercene conto basta osservare con attenzione la finestra livelli:

Come si nota, lo scarabocchio è presente solo sull’icona del nuovo livello, Layer 1.

Per far sparire lo scarabocchio basta rendere non visibile il nuovo livello. Come si fa? Basta fare click sull‘iconcina dell’occhio.

 

Questa icona rende visibile o invisibile ogni livello con un semplice click.

Adesso infatti il risultato è questo:

Con il livello superiore deselezionato lo scarabocchio scompare

 

Osserviamo la finestra livelli: appare evidente come il livello è rimasto, ma non è più visibile.

Se vogliamo invece cestinare definitivamente il livello dove abbiamo fatto lo scarabocchio, non dovremo far altro che selezionarlo e premere l’iconcina del cestino.

Quali sono i vantaggi di lavorare utilizzando i livelli di photoshop? Ebbene, come abbiamo mostrato, attraverso i livelli possiamo apportare tante modifiche senza che venga toccata l’immagine di partenza, che possiamo lasciare in basso, magari bloccata con un lucchetto.

Quando poi andiamo a salvare il nostro lavoro possiamo ovviamente salvare il file con tutti i livelli, per riprenderlo in un altro momento e continuare a lavorarci (in tal caso dobbiamo scegliere l’estenzione PSD), oppure possiamo esportare il lavoro come Jpeg. Quando salviamo il lavoro in Jpeg tutti i nostri livelli visibili (cioè quelli con l’occhio selezionato) saranno fusi in uno soltanto, per creare l’immagine definitiva.

Il videotutorial che segue mostra tutte le operazioni descritte sopra:

For privacy reasons YouTube needs your permission to be loaded. For more details, please see our Privacy Policy.
I Accept

 

Articoli correlati:

Duplicare un livello con Photoshop