Il cross processing con Gimp

Cos’è il cross processing
Il cross processing (chiamato anche Xpro) nasce nell’era della fotografia analogica, probabilmente a seguito di errori di sviluppo,
e consiste nello sviluppare una pellicola (positiva o negativa) in un bagno chimico pensato per una altro tipo di pellicola (ad esempio una pellicola colore positiva in un bagno C-41 oppure una negativa colore in un bagno E-6). Ecco spiegato il nome, cross processing significa infatti “sviluppo incrociato”.
Il risultato di questo sviluppo incrociato porta a risultati non ben prevedibili, ma spesso molto interessanti. Con alcuni abbinamenti pellicola – sviluppo si ottenevano immagini molto contrastate e con forti dominanti di colore. Con altri tipi di sviluppo “sbagliati” si ottenevano colori pastello e basso contrasto.

Una pellicola sviluppata in un bagno sbagliato. Si noti la forte dominante di colore.

Una pellicola sviluppata in un bagno sbagliato. Si noti la forte dominante di colore.

Le fotografie così lavorate sono tornate in voga negli ultimi anni anche grazie all’influenza di approcci fotografici particolari come la lomografia prima e, più recentemente, di app per smartphone, come ad esempio Instagram, che consentono di simulare l’effetto con pochi tap sullo schermo.

Effetto cross processing ottenuto con l'app Instagram

Effetto cross processing ottenuto con l’app Instagram

Il cross processing in digitale
Perché interessarci di questa tecnica di sviluppo? Perché il processo è facilmente replicabile in digitale con un programma di fotoritocco come Photoshop o Gimp. Oltretutto operando in digitale il processo è facilmente controllabile e si possono ottenere i risultati che si vogliono.
Se applicato bene e con buon gusto, le immagini che si ottengono possono essere davvero gradevoli e interessanti.

Vediamo ora come ottenere l’effetto cross processing utilizzando l’editor di immagini gratuito Gimp. (Si può scaricare l’ultima versione a questo link: scarica Gimp)

Il procedimento usando Gimp
Diciamo subito che esistono molti modi per ottenere il cross processing in digitale, in questo tutorial ne vedremo uno base partendo dal quale ognuno postrà sperimentare per ottenere il risultato desiderato. Esistono anche degli script pronti che permettono di applicare l’effetto con un solo click del mouse, ma l’obiettivo di tutorial come questi è quello di imparare ad usare i vari strumenti presenti nei programmi di foto ritocco come Gimp. Perciò, al bando la pigrizia e iniziamo subito a lavorare la nostra foto.

Il tutto è molto semplice e si basa sull’uso dello strumento “curve” utilizzato singolarmente su ognuno dei tre canali RGB:

Apriamo l’immagine che vogliamo modificare in Gimp

 

Apriamo lo strumento "Curve" nel menu "Colori"

Apriamo lo strumento “Curve” nel menu “Colori”

 

Nel menu a tendina “Canale” selezioniamo il valore “Verde”

Ora clicchiamo al centro della linea dividendola in due. Clicchiamo al centro della metà superiore e trasciniamo la linea verso l’alto. Ora clicchiamo al centro della metà inferiore e trasciniamola in basso. La linea adesso dovrà avere una forma ad “S” come in figura.

Adesso selezioniamo dal menu a tendina il canale “Rosso” e ripetiamo la stessa operazione che abbiamo fatto con il verde. La forma ad “S” del verde sarà meno accentuata di quella rossa.

Ora selezioniamo dal menu a tendina il canale “Blu”. Ripeteremo la stessa operazione fatta con gli altri due canali ma, in questo caso, daremo alla curva una forma ad “S” invertita rispetto alle altre due.

 

 

Ecco il risultato finale a confronto con l’immagine iniziale:

Cross_altopiano_dopo Cross_altopiano

Naturalmente potete sperimentare sui valori delle curve per ottenere il risultato che più vi aggrada.

Un ultima nota riguardo all’applicare questo effetto a foto in cui sono presenti persone. In questi casi il viso assumerà una dominante innaturale e spesso sgradevole come nell’esempio qui sotto.

Il viso e le mani della ragazza hanno assunto un innaturale colore giallastro.

Il viso e le mani della ragazza hanno assunto un innaturale colore giallastro.

Il problema è facilmente risolvibile. Basterà duplicare l’immagine su di un nuovo livello ( vedi come fare in questo tutorial: Gimp – Tutorial 4 – I livelli ) e lavorare su quest’ultimo lasciando il livello originale com’è. Dopo aver finito di creare l’effetto cross processing basterà mascherare ( vedremo come farlo in un tutorial di prossima pubblicazione ) viso e mani che manterranno il colore originale. Per un risultato ancora migliore si può regolare l’immagine originale per ottenere una fusione più naturale ( vedi: GIMP – Tutorial 3 – Ottimizzare l’immagine regolando i livelli ).